Salute

Al San Gerardo i massimi esperti mondiali di Chirurgia toracica

Venerdì 28 e sabato 29 settembre, nell’Auditorium “Enrico Maria Pogliani”, arriveranno da tutto il mondo esperti di chirurgia toracica.

operazione-ospedale-infiermiera-medico

Due giorni con i massimi esperti mondiali della materia. Prende il via domani mattina il V International VATS Symposium con la partecipazione dei migliori specialisti internazionali nell’ambito della chirurgia mini invasiva. Ad organizzarlo la ASST di Monza che si è avvalsa delle competenze del direttore dell’Unità operativa complessa di Chirurgia toracica, Marco Scarci, con l’approvazione della European Society of Thoracic Surgeons.

Venerdì 28 e sabato 29 settembre, nell’Auditorium “Enrico Maria Pogliani”, arriveranno da tutto il mondo esperti di chirurgia toracica che saranno collegati con le sale operatorie del San Gerardo per interventi live stream, con lo scopo di sviluppare un simposio completamente interattivo che coprirà tutti gli aspetti della moderna chirurgia mini-invasiva, con particolare attenzione alla chirurgia a singola porta, robotica e non intubata.

L’obiettivo è quello di fornire tutti gli elementi per approfondire un programma avanzato, discutendo gli aspetti tecnici delle procedure più impegnative con esperti internazionali e condividendo i casi più difficili con docenti competenti. Il tema del congresso quest’anno sarà un focus speciale sulla “segmentectomia” polmonare, ossia l’intervento di asportazione di una piccola parte di polmone.

I delegati in sala saranno invitati a discutere gli aspetti tecnici delle procedure più impegnative e a condividere i casi più difficili affrontati.

Sono soddisfatto nel constatare il prestigio nazionale ed internazionale dell’ospedale anche nel campo della formazione – rimarca il Direttore Generale della ASST di Monza Matteo Stocco -. Questo è un ulteriore esempio dello sviluppo della nostra azienda e della valorizzazione dei nostri professionisti che trovano nella ASST di Monza e nell’Università di Milano Bicocca un punto di riferimento per continuare a crescere”.

All’evento sono stati invitati i primari di Chirurgia toracica di tutti gli ospedali italiani, nell’ottica di soddisfare le continue esigenze formative dei chirurghi anche da un punto di vista della tecnica operatoria.

La risposta non si è fatta attendere: in sala saranno presenti circa 200 ospiti, provenienti da Australia, America, India, Unione Europea, Medio Oriente.

“Questo è il quinto anno che organizzo questo corso, due anni a Cambridge, due a Londra, e per la prima volta in Italia dove – sottolinea il dott. Scarci – abbiamo raggiunto il record di iscritti a testimonianza dell’ottima qualità e del prestigio dell’ospedale San Gerardo e dei suoi professionisti che richiamano interesse da tutto il mondo”.

Più informazioni