18 Agosto 2019 Segnala una notizia
Stadio Sada, il "talent" #Watc regala sogni a due giovani calciatori

Stadio Sada, il “talent” #Watc regala sogni a due giovani calciatori

16 Luglio 2018

Saranno il portiere Giovanni Liuzzi e l’attaccante Stendhal Tchetchoua i due calciatori che avranno l’opportunità di allenarsi per una settimana con una squadra professionistica grazie al “talent” #Watc, il cui atto finale è andato in scena ieri allo stadio Sada di Monza.

Nell’ultima stagione Liuzzi, 16 anni, ha giocato negli Allievi 2002 della Casateserogoredo, mentre Tchetchoua, detto Stendi, 26enne camerunense residente in Italia da molti anni, ha disputato il campionato di Promozione col Tribiano. A premiarli come migliori giocatori del “talent” sono stati i tre membri della giuria presenti allo stadio, gli ex calciatori di Serie A Evaristo Beccalossi, Daniele Massaro ed Enzo Gambaro, i primi due con trascorsi anche nel Monza. Proprio il club biancorosso sarà quello che li proverà per una settimana dando loro la possibilità di giocarsi la chance di entrare nel mondo professionistico.

Gli altri due componenti la giuria, la showgirl Federica Fontana e il procuratore Claudio Pasqualin, non hanno potuto presenziare per motivi di lavoro, ma ciò nondimeno il pomeriggio al Sada, gentilmente concesso dalle società Fiammamonza e Juvenilia, è stato all’altezza della situazione per il pubblico presente. L’evento “clou” è stata la sfida (mezzora per tempo) tra la squadra Gillette e la squadra Joma, due degli sponsor della manifestazione. In ognuna delle due formazioni erano presenti, sapientemente mescolati, i finalisti del “talent”, ideato in seguito all’eliminazione della Nazionale azzurra dal campionato del mondo, come ci ha raccontato l’organizzatore Nicola Ravarini, gestore di impianti sportivi: “Il ‘talent’ #Watc, acronimo di We are the Champions, è stato creato con l’intento di intercettare quei calciatori nati o residenti in Italia, che per mille motivi, non sono riusciti a mettersi in evidenza da bambini pur avendo talento. Abbiamo messo come premio la possibilità per i due vincitori, un portiere e un esterno, di allenarsi per una settimana col Monza, società professionistica di Serie C. Come giudici abbiamo coinvolto cinque personaggi famosi, di cui tre ex calciatori di Serie A. Abbiamo ideato come sistema di reclutamento quello della votazione, da parte sia dei giudici che degli utenti del web, sulla base di quanto mostrato dai calciatori nei filmati inviati. In questa edizione pilota abbiamo avuto un centinaio di iscritti provenienti da tutta italia e i più votati sono stati chiamati a giocare questa partita al Sada di Monza. Tra l’altro c’erano in palio altri premi: per la squadra vincitrice 27mila euro in buoni della Gillette e della Joma e per i 4 più votati dal web biglietti per una partita del Barcellona nel box della Gillette. Sono soddisfatto di come è andata e dunque il prossimo settembre riproporremo il ‘talent’ avendo come obiettivo quello di far giocare di più i calciatori”.

Nell’intervallo della partita, finita 4-2 per la squadra Gillette, il partner dell’iniziativa Brianza per il cuore Onlus, che durante la giornata ha raccolto donazioni dal pubblico, ha fatto vedere una dimostrazione di come si può salvare una vita col massaggio cardiaco e l’uso del defibrillatore. Grazie a un manichino e a due volontari dell’associazione, la tribuna del vecchio stadio ha vissuto un quarto d’ora insolito, ma intenso e soprattutto utile. È un qualcosa che varrebbe la pena di rifare in altri stadi e palazzetti della zona. A spiegare le varie situazioni è stata proprio la presidente dell’associazione Laura Colombo: “Lo stadio è un contesto ideale per diffondere la cultura della prevenzione riguardo alle malattie cardiovascolari. L’arresto cardiaco è la prima causa di morte con 60mila decessi l’anno. Con la dimostrazione di oggi vogliamo interessare il pubblico a un qualcosa che potrebbe un giorno salvare una vita a una persona”. Al termine della partita Colombo ci ha spiegato cosa sta cambiando nel mondo dello sport riguardo alla prevenzione: “Grazie alla Legge Balduzzi le società sportive sono ora obbligate ad avere in dotazione un defibrillatore, ma nelle stesse non sempre personale preparato ad usarlo o che se la sente di usarlo. In realtà è semplice e non bisogna aver paura a farlo perché è innocuo. La stessa cosa vale per il massaggio cardiaco, che è fondamentale nell’evitare invalidità permanenti alla persona colpita da infarto. E per chi ha paura di farsi prendere dal panico c’è la possibilità di seguire un corso, anche da noi: in 5 ore si impara a salvare vite per sempre”. Il prossimo appuntamento di Brianza per il cuore Onlus sarà per il 30 settembre: “Ci sarà la terza edizione di Brianza per il cuore Run. Alla mattina sono in programma la corsa di 5 o 10 chilometri a scelta e lo screening, al pomeriggio un’attività di intrattenimento per i bimbi e, novità, anche per i padroni di cani”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi

“Grazie per il vostro lavoro” e il signor Luigi offre la grigliata ai Vigili del Fuoco di Monza

Ferragosto con un bel gesto di solidarietà. Un uomo sui sessant'anni paga la spesa ai vigili del fuoco. "Se dovesse venire in caserma a trovarci ci farebbe davvero piacere".

Abusi sessuali su un bimbo di 11 anni: arrestato 37enne di Monza

Le indagini hanno raccolto elementi incontrovertibili circa un episodio di violenza avvenuto a luglio

Accoltellamento nel Parco delle Groane: il più grave ricoverato al Niguarda

Quello che al momento hanno scoperto gli investigatori è che i due stranieri sono residenti nel lecchese. Le indagini non escludono nessuna pista.

Ai domiciliari a Vimercate, evade ben 7 volte in un mese: 44enne in carcere

L'uomo, pregiudicato, era stato arrestato la prima volta il 18 luglio in flagranza di reato per spaccio di stupefacenti

Asfalti Brianza, sbloccati i lavori per la sostituzione dell’avanforno: miasmi ridotti del 70%

Concorezzo ha autorizzato ufficialmente il via libera all'intervento. Al termine è prevista analisi definitiva dei fumi