19 luglio 2018 Segnala una notizia
Pochi pediatri in estate, chiusa la pediatria dell'ospedale di Carate

Pochi pediatri in estate, chiusa la pediatria dell’ospedale di Carate

12 luglio 2018

Chiude anche quest’anno nel periodo estivo il reparto di pediatria dell’ospedale di Carate. Il motivo, è spiegato in una nota, è dovuto alla “carenza di pediatri che operano in tutta la Lombardia”.

Viene però garantito nel periodo estivo la presenza h24 di un pediatra che si dedicherà completamente Punto Nascita e alle emergenze del Pronto Soccorso. Il punto nascite non subirà alcuna variazione e verranno quindi garantite le normali attività di assistenza alle donne gravide, di assistenza in sala parto e ai neonati con tutti i relativi controlli post dimissione previsti.

Per via di questo ridimensionamento estivo del personale a disposizione, l’azienda ha avvertito che nelle prossime settimane per i pazienti pediatrici (0-14 anni) in pronto soccorso, a eccezione delle situazioni di Emergenza,potrebbero esserci delle code molto lunghe.

“Per tale ragione – è spiegato in una nota dell’ospedale- si invita la popolazione a rivolgersi innanzitutto al proprio Pediatra di libera scelta o ad altri Ospedali situati a breve distanza da Carate Brianza”.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Paola Brambillasca
Da sempre con una matita in mano. All’inizio disegno, alla fine scrivo. Per diletto e per lavoro. Sono fortunata, riesco a fare ciò che amo.


Articoli più letti di oggi

Profughi a Briosco? Proteste al presidio: “Il comune deve fare qualcosa subito”

Il Ministro degli Interni Salvini è intervenuto sulla questione: prima la volontà del territorio. Se Briosco dice no, la prefettura deve trovare una soluzione alternativa alla sistemazione dei 14 richiedenti asilo

Consumo di suolo, è la Brianza la pecora nera delle province italiane

Con il 41% di suolo consumato e 35 ettari in più nel 2017, è la provincia peggiore del Bel Paese. È qui il Comune italiano con il maggiore consumo di suolo: Lissone

Studio dentistico ricerca assistente alla poltrona

Studio dentistico ricerca assistente alla poltrona anche senza esperienza, 20/22 anni, con buone capacità relazionali, uso computer. Serietà e voglia di apprendere nozioni nuove, simpatia.

Agenti più sicuri con le body-cam: dopo il test a Brugherio, il bando di Regione Lombardia

Le piccole telecamere sono in dotazione al corpo di Polizia Locale.

Gruppo Zonin, l’export del Franciacorta sul modello del Prosecco

Un’area, quella della Franciacorta, dalle grandi possibilità commerciali sui mercati internazionali.