22 Gennaio 2020 Segnala una notizia
Monza, no a slot e video lottery: il consiglio approva il nuovo regolamento

Monza, no a slot e video lottery: il consiglio approva il nuovo regolamento

3 Luglio 2018

Monza diventa una città no slot. Lunedì sera il Consiglio comunale ha approvato il nuovo regolamento per il contrasto e la prevenzione delle patologie legate al gioco d’azzardo.

IL REGOLAMENTO

Si tratta di 13 articoli che riprendono le disposizioni regionali in materia, ma che al tempo stesso stabiliscono alcune norme più stringenti. In particolare, spetterà al sindaco, Dario Allevi, attraverso l’adozione di un’ordinanza ad hoc, stabilire gli orari di apertura e inoltre slot machine e video lottery non potranno essere installate in locali di proprietà dell’amministrazione comunale o di società partecipate.

Altro passaggio chiave, è quello relativo all’obbligo di esporre cartelli col divieto specifico per i minori di 18 anni e sui quali dovranno anche essere indicati chiaramente i costi del gioco e le regole.

Anna Martinetti

Merito del via libera a questo nuovo regolamento è di Anna Martinetti, consigliere comunale della lista civica Monza con Maffé, che da quattro anni si batte per ottenere norme che cosentano di agire con efficacia sia sul fronte della prevenzione, che dei controlli.

“Chi ci guadagna sulle macchinette è senza dubbio lo stato – ha commentato -, ma ci guadagnano soprattutto le concessionarie. All’interno del Parlamento esistono vere e proprie lobby che impediscono di adottare leggi di livello nazionale efficaci. La forza di questo regolamento, oltre ai limiti che impone, sta nella presa di coscienza da parte dell’amministrazione”. 

I DATI

I numeri relativi a Monza sono tutt’altro che confortanti. Nel 2017 la raccolta relativa alle giocate è stata di un miliardo e rotti, con un aumento del 4,4% rispetto all’anno precedente, la più alta della regione.

Secondo alcuni dati Ats Monza e Brianza sono circa 300 le persone in cura per ludopatia in Brianza, dove negli ultimi anni i malati sono aumentati del 15%.

Massimiliano Longo

“Il regolamento è stato pensato in modo particolare per giovani e anziani che secondo alcuni studi sono le categorie più esposte – ha commentato l’assessore al Commercio, Massimiliano Longo -. In questi mesi sono stati distribuiti nelle scuole medie dei questionari che serviranno per fare un’analisi della patologia”.

 

Paolo Piffer

Il regolamento non ha però incontrato il consenso di tutti i consiglieri. Paolo Piffer, della lista Civicamente, si è astenuto. “Un regolamento superfluo che aggiunge poco alla normativa già esistente, socialmente inefficace, politicamente ipocrita e anche un filo proibizionista – ha concluso -. Il gioco d’azzardo patologico non lo puoi contenere eliminando le macchinette, la patologia troverà sicuramente spazio altrove coi gratta e vinci, il lotto, il bingo, o scommesse sportive. Devi informare i cittadini e renderli consapevoli per gestire il fenomeno. Limitare la libertà delle persone non è mai la scelta giusta, la storia ce lo insegna, sono interventi miopi”.

DECRETO DIGNITA’

Nel frattempo, il governo ha dato via libera al “decreto dignità“, un provvedimento che contiene diversi passaggi sul mondo del lavoro. Fra i punti del decreto, ne compare uno anche in relazione alla ludopatia. In particolare, il decreto prevede  il divieto di pubblicità del gioco d’azzardo, fatti salvi i contratti pubblicitari già in essere e le pubblicità della Lotteria Italia. Di Maio ha spiegato questa decisione con la necessità di ridurre la ludopatia, la dipendenza da gioco d’azzardo

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Incidente allo svincolo del Gigante: quell’incrocio è pericoloso

Tra gli occupanti dei mezzi non si sono feriti e poco dopo erano già intenti a fare la constatazione amichevole. 

Monza, via Bergamo: chiedono una sigaretta a un ragazzo, poi lo prendono a calci e pugni

Violenta aggressione a Monza, in zona via Bergamo, ai danni di un giovane ragazzo italiano. E' stato lui stesso a chiedere l'intervento delle Forze dell'Ordine.

Usmate, ProntoPannolino tocca i 100mila pannolini venduti al mese

ProntoPannolino ha aperto un negozio fisico in via Medaglie d'Oro 5 a Usmate.

Busnago, 23enne truffato al Globo da due finti volontari di una Onlus inesistente: arrestati

Truffa al Globo di Busnago: due cittadini rumeni, di 25 e 43 anni, si sono presi gioco del buon cuore di un ragazzo di 23 anni e fingendo di essere volontari di una onlus per non udenti, sono riusciti a estorcergli 100 euro. 

Capotreno presa a pugni in faccia: identificato l’aggressore

E' stato identificato e denunciato dalla Polizia Ferroviaria lombarda, con la collaborazione dei ferrovieri, l'autore della violenza operata sul regionale Trenord, ai danni di una capotreno.