01 Agosto 2021 Segnala una notizia
Gestione del centro sportivo Forti e Liberi, l'Atletica Monza protesta

Gestione del centro sportivo Forti e Liberi, l’Atletica Monza protesta

13 Luglio 2018

Un annullamento e un’indizione di un nuovo avviso di selezione pubblica che non sono stati digeriti da chi stava per parteciparvi. È quanto successo a proposito dell’affidamento in concessione in uso esclusivo del centro sportivo Forti e Liberi da parte del Comune.

Lo scorso 26 giugno l’Amministrazione guidata dal sindaco Dario Allevi aveva indetto un avviso di selezione pubblica per individuare il soggetto concessionario che per i prossimi 9 anni dovrà svolgere nella struttura di viale Battisti attività sportive, in particolare pallacanestro, atletica e ginnastica, cioè le tre attività che per molti decenni ha svolto la Società Ginnastica Monzese Forti e Liberi, fondata nel 1878 e da 2 anni inattiva (è stato anche perso lo storico numero 77 di affiliazione alla Federazione ginnastica d’Italia). Solo che il 5 luglio la determina è stata annullata “in autotutela” e contestualmente è stato indetto un nuovo avviso di selezione pubblica.

Come mai? Confrontando i due testi si scopre che è stato modificato uno degli indirizzi per l’affidamento in concessione d’uso, ossia la specifica dei requisiti di ammissione da riferire allo svolgimento della stessa attività sportiva delle discipline praticabili nell’impianto. Per la precisione è stato tolto l’obbligo di iscrizione al registro Coni da almeno un anno in due delle tre discipline richieste (o come società singole all’interno di una polisportiva, o come consorziata all’interno di un consorzio, o come mandante o mandataria in un raggruppamento temporaneo).

“In questo modo – dichiara Paolo Galimberti, vicepresidente dell’Atletica Monza (fino al 2010 la sezione atletica della Sgm Forti e Liberi) e presidente del comitato interprovinciale di Milano-Monza-Lodi della Federazione italiana di atletica leggera – si è data la possibilità di partecipare alla selezione pubblica anche alla Forti e Liberi Monza 1878, la società di pallacanestro (fino al 2011 la sezione basket della Sgm Forti e Liberi, ndr) che solo nei mesi scorsi ha aperto le sezioni di ginnastica prima e atletica dopo. Come Atletica Monza ci presenteremo alla selezione in associazione temporanea di scopo con una società di ginnastica e una società di pallacanestro entrambe di Monza. Purtroppo, comunque andrà a finire, ci saranno 400 atleti che resteranno in mezzo a una strada. In una città come Monza che ha una grave carenza di impianti sportivi è stata fatta la scelta sbagliata di voler concedere in uso esclusivo un centro sportivo come quello della Forti e Liberi. Chi arriverà primo in graduatoria, infatti, potrà concedere ad altre società la pista di atletica solo 12 ore la settimana di cui 6 dal lunedì al venerdì dopo le ore 21 e 6 il sabato e la domenica dopo le 14. È una cosa che non ha senso. Nei prossimi giorni chiederemo al sindaco di ritirare anche questo avviso di selezione pubblica perché la pista non potrà essere utilizzata da tutte e due le società cittadine. Non si capisce come mai quella dell’Arena di Milano viene utilizzata da 7 società mentre quella di Monza, con questa assurda clausola dell’esclusiva, non potrà essere utilizzata da 2 società…”.

Lanciata la palla all’assessore allo Sport, Andrea Arbizzoni, la replica è stizzita: “Abbiamo ritirato la prima determina in autotutela perché non era conforme alle linee di indirizzo approvate dalla Giunta lo scorso 12 giugno, linee che indicavano di far partecipare alla selezione pubblica più soggetti possibili. Se avessimo voluto sfavorire l’Atletica Monza non le avremmo permesso di rateizzare i debiti che ha nei confronti del Comune. L’Amministrazione ha optato per la concessione in uso esclusivo del centro sportivo Forti e Liberi perché ha bisogno di avere un unico interlocutore. Forti e Liberi Monza 1878 e Atletica Monza hanno avuto un anno di tempo per dialogare e presentarsi assieme alla selezione pubblica, ma non l’hanno voluto fare. Hanno trascorso questo periodo di tempo in controversie tra di loro. Comunque nessuno resterà in strada perché chi vorrà praticare atletica, pallacanestro e ginnastica al centro sportivo Forti e Liberi lo potrà fare: basterà decidere di farlo sotto le insegne di un’altra società”.

Forti e Liberi Monza 1878 e Atletica Monza si presentano dunque separate alla selezione pubblica, nonostante dall’1 gennaio 2017 stiano gestendo assieme, tramite l’Ats Impianto sportivo Forti e Liberi, il centro sportivo di viale Battisti. L’affidamento in via temporanea, che terminerà il prossimo 30 agosto, era stato deciso dalla precedente Amministrazione comunale in relazione ai lavori di riqualificazione straordinaria dell’impianto, avviati nel marzo 2017 e conclusi il mese scorso.

Per la selezione pubblica sarà utilizzato il criterio dell’offerta più vantaggiosa, calcolando la parte economica in base al maggior ribasso del contributo economico erogato da parte del Comune. Il canone annuo sarà pari a 61.485,34 euro Iva esclusa, ma il Comune, appunto, erogherà un contributo stimato nella misura di 52.173,58 euro: tale importo potrà variare in diminuzione, in relazione agli eventuali minori utilizzi della struttura da parte degli istituti scolastici, ovvero dell’incremento delle tariffe annualmente deliberate dal Consiglio comunale. Per presentarsi alla selezione pubblica bisogna inoltre aver gestito una struttura sportiva per almeno una stagione nelle ultime cinque. Chi sarà selezionato avrà, tra gli altri, l’obbligo di mantenimento delle attività commerciali nel limite massimo del 10% dei ricavi, l’onere dei costi di gestione, l’obbligo di conservazione degli impianti inclusivo delle manutenzioni ordinarie, l’obbligo di riservare all’Amministrazione comunale la facoltà di utilizzo gratuito di 5 giornate annue per manifestazioni organizzate in proprio o in collaborazione con terzi, l’obbligo di ospitare il Liceo Artistico Nanni Valentini, con stipula di una convenzione tra concessionario e scuola che preveda, tra l’altro, il mantenimento dell’attuale monte ore a disposizione della scuola, il mantenimento nella Palazzina storica di spazi a destinazione museale riferiti al lascito storico del 1941 da parte della Società anonima Pro Palestra Forti e Liberi all’Amministrazione comunale di Monza.

Il centro sportivo Forti e Liberi è composto da una palestra polivalente dotata di tribuna e impianto di illuminazione e audio; due spogliatoi atleti con relativi servizi; un locale infermeria; due spogliatoi arbitri con relativi servizi; un gruppo di servizi per il pubblico; i locali tecnici; una pista di atletica leggera; una palazzina dotata, al piano terra, di un bar, una palestra con relativi servizi e spogliatoi e, al primo piano, di uffici; le aree di accesso comprensive degli impianti e attrezzature tecnologiche presenti.

Per l’offerta economica saranno assegnati al massimo 30 punti, per l’offerta tecnica e gestionale al massimo 70 punti. Possono partecipare alla selezione pubblica le società e associazioni sportive dilettantistiche, gli Enti di promozione sportiva e le Federazioni sportive nazionali, anche in forma associata. L’offerta e la documentazione amministrativa dovrà pervenire in Municipio entro il prossimo 26 luglio.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi