19 luglio 2018 Segnala una notizia
Cena in bianco ai Boschetti Reali: quando l'eleganza contrasta il degrado

Cena in bianco ai Boschetti Reali: quando l’eleganza contrasta il degrado

9 luglio 2018

“I Boschetti Reali, finalmente, tornano ai monzesi”. Lo dichiara l’assessore alla Cultura Massimiliano Longo in occasione della IV edizione della cena in bianco.

Monza, sabato 7 luglio. Dopo il successo delle precedenti edizioni, un fiume bianco attraversa la città. Da piazza Citterio, lungo la Passeggiata di Eugenio di Beauhrnais fino a via Boccaccio. Due file di tavoli, disposti verticalmente, attraversano la via. Tovaglie e candele. Orchidee, rose e fiori vari. Un look total withe per una cena in bianco, giunta alla sua quarta edizione, all’insegna della convivialità. Di contrasto, solo il verde degli alberi.


Sono le 19. I partecipanti cominciano ad arrivare e la strada, di minuto in minuto, si fa sempre più bianca. Vino, cibo e bevande varie. Ognuno apparecchia e pone sul tavolo, ciò che si è portato da casa. Un’occasione unica per vivere la città in modo insolito. Una grande festa, con oltre 500 partecipanti, per cenare tutti assieme all’aria aperta. “L’iniziativa – spiega una delle organizzatrici Lorena Sala – nasce a Parigi nel 1989. Successivamente è approdata nelle grandi città italiane come Milano e Torino, per poi sconfinare in Brianza”. 

L’evento, che va ricordato è totalmente gratuito, è entrato nel suo vivo verso le 20.30. Semaforo “bianco” e tutto ha avuto inizio. È bastato un tovagliolo, sventolato dagli organizzatori, che subito è iniziata la ola dei partecipanti.

E se di bianco si parla, inteso come sinonimo di eleganza, la location non è stata scelta a caso. Una cena in bianco, che quest’anno, pone l’accento sul tema della riqualificazione urbana. Si, del resto, eleganza fa contrasto con degrado. La zona, infatti, è tristemente conosciuta come area di spaccio e di degrado. “Teniamo in modo particolare – asserisce l’assessore Longo – a questa serata come occasione di rilancio dei Boschetti Reali, uno degli angoli più suggestivi della città”. E se di suggestione si parla, si spera possa essere il fascino, a decretare la rinascita della zona e non il decadimento, a decretarne la sua rovina.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi

Profughi a Briosco? Proteste al presidio: “Il comune deve fare qualcosa subito”

Il Ministro degli Interni Salvini è intervenuto sulla questione: prima la volontà del territorio. Se Briosco dice no, la prefettura deve trovare una soluzione alternativa alla sistemazione dei 14 richiedenti asilo

Studio dentistico ricerca assistente alla poltrona

Studio dentistico ricerca assistente alla poltrona anche senza esperienza, 20/22 anni, con buone capacità relazionali, uso computer. Serietà e voglia di apprendere nozioni nuove, simpatia.

Consumo di suolo, è la Brianza la pecora nera delle province italiane

Con il 41% di suolo consumato e 35 ettari in più nel 2017, è la provincia peggiore del Bel Paese. È qui il Comune italiano con il maggiore consumo di suolo: Lissone

Gruppo Zonin, l’export del Franciacorta sul modello del Prosecco

Un’area, quella della Franciacorta, dalle grandi possibilità commerciali sui mercati internazionali.

Agenti più sicuri con le body-cam: dopo il test a Brugherio, il bando di Regione Lombardia

Le piccole telecamere sono in dotazione al corpo di Polizia Locale.