12 Maggio 2021 Segnala una notizia
Arcore, tensione con Lesmo e Camparada per la chiusura di viale Brianza

Arcore, tensione con Lesmo e Camparada per la chiusura di viale Brianza

20 Luglio 2018

La viabilità fa litigare Arcore, Camparada, Lesmo e Correzzana, con le ultime tre amministrazioni alleate contro la giunta arcorese, rea di avere dato via ibera a un provvedimento di limitazione del traffico che penalizzerebbe i “loro” pendolari.

Da mesi il sindaco di Arcore, Rosalba Colombo, assieme all’assessore alla Viabilità, Fausto Perego, ragionano su come ridurre il traffico di attraversamento della città. Il risultato di una serie di verifiche e analisi è stato un provvedimento appena adottato che, dal 3 settembre, chiuderà dalle 7 alle 9 via Brianza, arteria frequentatissima proprio da chi vive fra Lesmo, Camparada e Correzzana e che la mattina si deve recare al lavoro nel monzese o nel milanese.

Decisione che ha tuttavia fatto saltare la mosca al naso ai sindaci di Lesmo e Camparada che hanno deciso di scrivere al prefetto. Le disposizione del provvedimento adottato da Arcore prevedono che il transito in viale Brianza, tra le 7 e le 9 del mattino (unica fascia oraria interessata dal divieto) sarà concesso solo ai residenti ad Arcore, a chi ha proprietà in città o, infine, a chi viaggerà in auto almeno con un passeggero, vale a dire il cosiddetto “car-pooling”. È anche il caso di mamma o papà con un figlio che va a scuola ad Arcore o deve essere accompagnato alla fermata di qualche mezzo pubblico.

Secondo i dati raccolti dai funzionari del settore Viabilità di Arcore, via Brianza avrebbe una portata adatta a sostenere circa 300 auto all’ora. Tuttavia, fra le 7 e le 9 del mattino ne passano oltre 2mila, per lo più residenti di Lesmo, Camparada, Casatenovo e dintorni che vanno verso le tangenziali o in stazione ad Arcore. “Il nostro obiettivo – ha spiegato Perego – è limitare il traffico oramai insostenibile su viale Brianza e al tempo stesso favorire come di mobilità alternativa. La chiusura di viale Brianza ci è sembrato il compromesso migliore”.

Di parere opposto sono tuttavia i sindaci di Lesmo e Camparada, rispettivamente Roberto Antonioli e Giuliana Carniel, che hanno annunciato l’invio di una lettera alla Prefettura di Monza. L’obiettivo dei due primi cittadini è di coinvolgere la Prefettura e le altre amministrazioni nella vicenda per fare in modo che Arcore receda dal suo intento. Secondo Antonioli e Carniel il provvedimento adottato dai colleghi è estemporaneo e fine a se stesso. La situazione del traffico nella zona è tale, concludono gli amministratori, da richiedere un ragionamento complessivo su tutta viabilità del territorio.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi