25 Febbraio 2021 Segnala una notizia
Pronto soccorso: uomo si cosparge di benzina e minaccia di darsi fuoco

Pronto soccorso: uomo si cosparge di benzina e minaccia di darsi fuoco

20 Giugno 2018

Un uomo si barricato nel pronto soccorso del San Gerardo di Monza, dopo essersi cosparso di benzina e tenendo in mano un accendino. A quanto si è appreso nel reparto insieme a lui sarebbero bloccati medici e infermieri, mentre altro personale ospedaliero è impegnato a spostare i pazienti del reparto Triage in altre aree del nosocomio. Sul posto sono al lavoro carabinieri, Polizia e Vigili del Fuoco.

Pronto Soccorso chiuso per sicurezza. E in queste ore si stanno vivendo momenti di paura nel nosocomio monzese.

—Aggiornamento—-

È stato neutralizzato con idranti e coperte l’uomo che un paio di ore fa si era barricato all’interno del Triage del Pronto Soccorso di Monza, a quanto si è appreso perché la ex compagna non voleva più vederlo. L’uomo, un 50 enne italiano, dopo oltre un’ora di trattative con il dirigente del Commissariato di Polizia di Monza Angelo Re, ha acconsentito ad aprire le porte del reparto nel quale si era barricato dopo aver gettato benzina a terra e sugli arredi ed essersi cosparso dello stesso liquido, brandendo una seconda tanica di benzina in una mano e un accendino nell’altra. Appena ha aperto le porte il dirigente della Polizia ha dato segnale ai vigili del fuoco, i quali lo hanno bagnato con degli idranti e gli hanno lanciato addosso delle coperte, evitando suoi gesti inconsulti.

L’uomo, fuori di sé, è stato poi bloccato ed ammanettato, in attesa di capire se andrà trasportato in un altro pronto soccorso per un trattamento sanitario o meno. Secondo quanto emerso, proprio a seguito di una presunta ossessione nei confronti della ex compagna, un’inserviente che lavora all’interno dell’ospedale per conto di un’agenzia interinale, il 50 enne avrebbe già messo in atto altri comportamenti analoghi in passato e sarebbe già stato ricoverato in psichiatria a Monza.

Per consentire la sanificazione dei locali contaminati dalla benzina, il Pronto Soccorso è rimasto chiuso fino alle ore 23 quando poi ha riaperto. I primi pazienti sono arrivati alle, per fortuna, alle 02:00, quando ormai il forte odore di benzina si era in buona parte dissolto nell’aria.

L’uomo è stato ricoverato nel reparto di psichiatria e sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio (TSO).

Ultimo aggiornamento 21.06.18 ore 10,30

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi