Quantcast
Monza, alla Boscherona la lotta al degrado parte dalla viabilità - MBNews
Attualità

Monza, alla Boscherona la lotta al degrado parte dalla viabilità

Il Comune e i residenti hanno concordato i primi interventi. Entro l'estate in via Stradella e in via Tagliamento ci saranno dossi, spazi per i parcheggi e nuova segnaletica. Modifiche anche al senso di marcia.

boscherona2-mb

Stavolta dovremmo davvero esserci. Dopo annunci, proclami più o meno ufficiali e incontri tra i residenti e il Comune di Monza (leggi qui), per la Boscherona è arrivato il momento dei primi, tanto attesi, interventi che riguardano modifiche all’attuale viabilità e la creazione di dossi per rallentare la velocità in via Stradella e via Tagliamento. Provvedimenti che, inizialmente, avrebbero dovuto essere operativi tra fine aprile e inizio maggio (ecco l’articolo), ma che ora sono previsti, con più certezza, al massimo entro la fine dell’estate.

Decisivo, infatti, in ordine di tempo, è stato l’ultimo confronto tra un gruppo di residenti della Boscherona e Federico Arena, assessore di Piazza Trento e Trieste alla Sicurezza, Mobilità, Viabilità e Polizia locale, che è stato caratterizzato da un fondamentale accordo tra le parti. E potrebbe segnare l’inizio di un futuro più positivo per il quartiere nella parte nord di Monza. Dove, da tempo, come segnalato più volte da MBNews, l’attenzione è sul degrado ambientale, la mancanza di sicurezza stradale e ciclopedonale, la viabilità precaria, la prostituzione, lo spaccio di droga, la presenza abusiva di nomadi e la gestione di alcuni terreni privati praticamente abbandonati dai proprietari.

I PROVVEDIMENTI

Ora, però, si sta provando ad invertire il trend negativo di questa vasta area che sorge ad un solo chilometro dalla Villa Reale di Monza. Si comincerà, dunque, da via Stradella e via Tagliamento. Nel primo caso, nella direzione da viale Lombardia, dove persiste la pericolosità della rotonda all’uscita dei nuovi tunnel, la zona a 30 km/h, con doppio senso di marcia, sarà supportata anche da due dossi di gomma, rispettivamente all’altezza del campo tra il civico n.4 e il n. 10 e tra il civico n. 14 e  il 16.

Inoltre in via Stradella sarà fatto  divieto di parcheggio e sosta a bordo strada. Sarà posta anche la relativa segnaletica orizzontale e verticale, che metterà in evidenza anche il divieto di transito di mezzi  pesanti oltre un certo tonnellaggio.

Via Tagliamento, invece, dove vige sempre una zona a 30 km/h, diventerà a senso unico dall’intersezione di via Chienti in direzione del ponticello del canale  Villoresi. Mentre il doppio senso di marcia resterà da via Chienti in direzione viale Lombardia. Su questa strada, oltre a spazi per i parcheggi e relativa segnaletica, saranno posti 3 dossi, la cui collocazione è ancora da concordare con esattezza tra residenti e Comune.

“Per questi primi provvedimenti viabilistici è stata già aggiudicata una gara – assicura Arena –  con fondi approvati in Giunta nel 2017 come quadro economico”.

I residenti del quartiere, riuniti nel Comitato “Boscherona &c”, esprimono soddisfazione, ma mantengono aperto il dialogo con l’assessore per ulteriori interventi. “Abbiamo richiesto un 3° dosso in via Stradella,  da porre tra i 2 già individuati – affermano – la proposta e sua fattibilità saranno vagliate da parte degli addetti ai lavori. Inoltre abbiamo segnalato che il semaforo del sottopasso, perennemente acceso sul verde, può trarre in inganno  i non residenti – continuano – speriamo, quindi, che venga messo in modalità lampeggiante gialla”. Quest’ultima modifica sembra non dipendere dal Comune, ma dall’Anas. “Ho chiesto ai miei tecnici di informarsi su chi debba intervenire, ma siamo d’accordo con i residenti sulla necessità di modificare la luce di quel semaforo” spiega l’assessore alla Sicurezza e Mobilità.

Se, dunque, dal punto di vista viabilistico qualcosa si muove alla Boscherona, altre problematiche nel quartiere pesano sul piatto della bilancia. Dalla scarsa illuminazione al rifacimento del manto stradale, fino alla sistemazione di aree verdi. Come il parco della Boscherona, dove in questi giorni è in corso la tradizionale Festa del Pescatore. Un’area comunale già presa d’assalto, con i primi caldi di stagione (leggi l’articolo), da un numero eccessivo di persone in proporzione alla sua estensione e alla scarsità strutture e servizi igienici.

Tematiche che sono di competenza del vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, alle Strade, al Verde e alle piccole cose, Simone Villa. Che, però, dopo aver incontrato i rappresentanti del “Comitato  Boscherona & c.” due volte tra novembre e dicembre scorso, da tempo non risponde alle richieste di incontro dei cittadini del quartiere. “Nonostante i solleciti sul risanamento di questa area a nord di Monza siano approdati più volte ultimamente in Consiglio comunale stiamo ancora aspettando un riscontro” fanno sapere dal Comitato.