21 settembre 2018 Segnala una notizia
La Residenza del Futuro è già presente, Magenta all’avanguardia

La Residenza del Futuro è già presente, Magenta all’avanguardia

11 giugno 2018

I numeri del mercato immobiliare italiano raccontano di un trend dai connotati positivi, ma contrastanti. Se da un lato, infatti, le compravendite sono in aumento, dall’altro i prezzi delle case continuano a calare. Secondo l’Istituto nazionale di statistica, infatti, nel 2017 la diminuzione della capacità di spesa è stata dello 0,4% rispetto al 2016. E il 2018 sembra promettere un ulteriore ribasso. Il Nord è l’area del nostro Paese che soffre meno questo fenomeno, ma non può certo dirsi un’isola felice. In un contesto del genere, dagli sviluppi ancora piuttosto incerti, è la qualità a poter fare la differenza nella definitiva risalita del mercato immobiliare. Soprattutto se a questa si aggiunge anche la capacità di offrire la soluzione abitativa migliore in relazione alle diverse esigenze del singolo cliente.

Nel nostro territorio un esempio concreto di quanto possa essere importante unire qualità e design personalizzabile è la “Residenza del futuro”, il progetto di case in vendita nuove costruzioni che la società Gruppocasa ha messo in piedi a Magenta, a soli venti minuti da Milano. Dove sorgono appartamenti assolutamente all’avanguardia da tutti i punti di vista. Quattro, infatti, sono i concetti chiave: la comodità, la personalizzazione, l’innovazione e la sostenibilità. Quattro elementi che si relazionano, dandosi forza a vicenda e senza lasciare nulla al caso. Le soluzioni utilizzate hanno alla base una filosofia abitativa completamente nuova rispetto al passato. La tecnologia diventa amica del cliente e viene messa a disposizione di una gestione domestica semplificata, sicura, confortevole e attenta al risparmio energetico.

La “Residenza del futuro”, infatti, è concepita secondo i principi costruttivi NZEB (nearly Zero Energy Building – edificio a consumo energetico prossimo allo zero), che prevedono edifici, ormai noti anche come “casa passiva”, con un involucro ben isolato, in modo da non disperdere energia e poter utilizzare fortemente le fonti rinnovabili. Non a caso tra gli elementi fondamentali delle nuove costruzioni di Magenta, oltre a materiali selezionati e rispettosi dell’ambiente, c’è il sistema geotermico. Grazie ad esso si annullano i costi di climatizzazione perché l’energia viene prelevata dal sottosuolo e trasformata da pompe di calore alimentate dai pannelli fotovoltaici.

Il risparmio in bolletta, oltre alla capacità di mantenere più pulito l’ambiente in cui viviamo, è evidente. Anche perché nella “Residenza del futuro” il riscaldamento domestico è garantito dai pannelli a pavimento. Inoltre la ventilazione meccanica è controllata. Ed è stato eliminato anche l’uso del gas. Così, per la cottura, si usano i più sicuri fornelli ad induzione.

Tutto questo è accompagnato da una domotica avanzata, che fa della flessibilità, dell’adattabilità e dell’integrazione le sue stelle polari. Direttamente dal touchscreen a parete e perfino dal cellulare si possono controllare una serie di funzioni abitative. Come, ad esempio, la regolazione della luce elettrica, della temperatura o della musica interna, rispondere al citofono, video controllare la casa, abbassare le tapparelle, irrigare i fiori sul terrazzo.

Tecnologia all’avanguardia al servizio della sicurezza, del confort e del risparmio energetico di una casa domotica. Che è adatta ed accessibile a tutti, con particolare attenzione agli anziani e ai disabili. E se su questo fronte non vi sembra abbastanza, la “Residenza del futuro” è dotata di un impianto di ricezione satellitare Sky Q Ready, certificato per i decoder di prossima generazione grazie alla tecnologia dCSS, che permette di vedere la tv in ogni luogo e su qualunque device.

Se vi state chiedendo quanto possa costare una casa di livello così elevato, la risposta è molto più tranquillizzante di quanto possiate pensare. Infatti, sulla carta, il prezzo è pressoché allineato a quello del mercato delle case nuove in zona, ma nei fatti il prezzo della “Residenza del futuro” è decisamente giustificato dalla qualità degli appartamenti. La società Gruppocasa, infatti, ha curato lo sviluppo di un progetto completamente ex novo con criteri basati sul risparmio energetico, l’innovazione e il rispetto dell’ambiente. Si tratta sostanzialmente di una casa che si paga da sola e offre, grazie ad un team professionale di architetti e designer, planimetrie assolutamente flessibili. Non a caso gli spazi interni, il verde esterno, gli arredi e le finiture sono versatili e capaci di adattarsi alle più svariate esigenze del singolo cliente.

Inoltre i vantaggi si estendono anche al pagamento, che potrà essere personalizzato e dilazionato. Oltre alla vendita diretta, che abbatte i costi, è prevista, infatti, una polizza fideiussoria con la quale ogni somma versata è garantita fino al rogito. A disposizione anche un mutuo fondiario conveniente e il bonus fiscale per l’acquisto di immobili in classe energetica A con la possibilità di recuperare il 50% dell’Iva versata tramite detrazione Irpef in 10 anni. Scoprire il mondo della “Residenza del futuro” di Magenta, che dall’Open Day di inizio maggio rende visibili i primi appartamenti finiti, è molto semplice. Basterà visitare il sito dedicato, che è ricco di informazioni utili e consente facilmente di fissare un appuntamento.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Tragico tamponamento in Tangenziale Est, muore 36enne

Sul luogo dello scontro sono intervenuti i vigili del fuoco, diversi mezzi del 118, i carabinieri e la polizia stradale. Alle forze dell'ordine ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente.

Linea Monza-Molteno-Lecco: treni fermi per lavori da stasera a lunedì

Sarà sospesa la circolazione tra Monza e Villasanta, per consentire il rinnovo completo dei binari della stazione di Monza.

Camion finisce di traverso: bloccata una carreggiata della Valassina

Camino si ribalta e manda in tilt il traffico. Un ferito grave, mentre un altro lieve. Sul posto vigili del fuoco e gli uomini della stradale.

Milano-Meda, al via le prove di carico sul ponte sotto esame di Cesano

La prova di carico statico viene effettuata tramite il posizionamento di autocarri (in questo caso 4 in totale) in modo da acquisire dati attraverso dei sensori.

Ponte sul Lambro chiuso al transito per “gravi anomalie”: ma c’è chi passa!

Il ponte è chiuso al transito di pedoni e veicoli, ma la gente se ne infischia e scavalca a suo rischio e pericolo.