Quantcast
“La camera dei libri” di Solidarietà Nazionale diventa realtà (dopo le polemiche) - MBNews

“La camera dei libri” di Solidarietà Nazionale diventa realtà (dopo le polemiche)

Vi diamo una buona notizia: dopo diversi mesi, la polemica che vedeva coinvolti Luca Giugno, ex Forza Nuova, e Michela Vaccaro (ANPI) sulla donazione di alcuni libri destinati alla Salvo D'Acquisto è giunta a conclusione. E il finale è positivo.

luca giugno donazione libri scuole cesano

I cinquanta libri che erano destinati alla Salvo D’Acquisto grazie ai soldi raccolti durante una giornata solidale dell’anno scorso hanno finalmente una casa. O meglio una libreria. Ma non nella scuola diretta da Michela Vaccaro, che si era più volte opposta al progetto lamentando un fine politico camuffato da evento benefico, ma in altre due scuole del territorio: l’Istituto Minotti e la scuola Galileo Galilei. Scriviamo così la parola fine ad una storia che va avanti da quasi un anno.

“La camera dei libri”: è lotta tra Forza Nuova e Anpi

Bisogna fare un salto indietro di qualche mese, a luglio dell’anno scorso quando Luca Giugno, referente locale di Solidarietà nazionale (ed ex candidato sindaco di Forza Nuova) organizza una giornata solidale per raccogliere fondi a favore dei ragazzi cesanesi. L’obiettivo? Comprare libri per ampliare l’offerta formativa per gli studenti che hanno la DSA, disturbi specifici di apprendimento. Destinazione, su richiesta di alcune mamme, la scuola Salvo D’Acquisto. Ma subito sorge un problema, la direttrice è Michela Vaccaro nonché presidente ANPI di Cesano Maderno. E il progetto solidale si trasforma in men che non si dica in un acceso dibattito politico tra i due protagonisti e i libri, intanto, rimangono chiusi in uno scatolone.

“ Pensavamo di aver trovato poi la soluzione con l’iniziativa #IoLeggoPerché (progetto nazionale a cui aderivano tutte le scuola cesanesi): i genitori degli studenti potevano donare libri direttamente alle scuole di Cesano – fa sapere Luca Giugno – Cercammo di sfruttare questa occasione per consegnare i libri che erano stati rifiutati in un primo momento, risultato? Tutte le donazioni furono sospese dalla preside per l’Istituto Salvo D’Acquisto (comprese anche quelle dei genitori degli stessi studenti della scuola). Dimostrando un comportamento a dir poco narcisista e cinico, non accettò per ben due volte i fondi per l’acquisto dei libri, a discapito unicamente dei suoi stessi studenti”.

Finale positivo: buono di 500 euro destinate ad altre due scuole di Cesano

“Tutto e bene quel che finisce bene! Finalmente possiamo scrivere definitivamente la parola fine ad una storia che dura da quasi un anno”. Con queste parole Luca Giugno, portavoce del progetto “La camera dei libri”, annuncia la nuova collaborazione con altre due scuole di Cesano Maderno che hanno deciso di accettare la donazione grazie all’intervento della coordinatrice del comitato genitori, Simona Vismara: “Per fortuna esistono persone di coscienza, la cui ragione non è offuscata da un mero odio politico. Questo sabato, infatti, i libri (destinati alle librerie della Salvo D’Acquisto) sono stati consegnati alla signora Vismara Simona – commenta Giugno – che ha consegnato i libri all’istituto Minotti e Galileo Galilei, con nostra grande gioia e con la possibilità concreta di altri progetti. Una vittoria, però, dal sapore amaro: sapere che sono stati sfavoriti studenti di una scuola solo a causa della negligenza e della suberbia della Preside ci rammarica molto”.