01 Ottobre 2020 Segnala una notizia
Condominio e gelateria ai ferri corti: no al gioco dei bimbi in piazzetta

Condominio e gelateria ai ferri corti: no al gioco dei bimbi in piazzetta

15 Giugno 2018

Adesso che le temperature sono miti anche di sera, la voglia di uscire dopo cena per fare una passeggiata e magari fermarsi a prendere un gelato con i propri figli viene un po’ a tutti. Anche ai besanesi che però, tutta questa libertà di uscire e rilassarsi, non ce l’hanno mica. Soprattutto i bambini che, nel cortiletto della gelateria del centro, non possono – anzi non devono  – giocare. E’ questa la richiesta presentata al Comune e al Sindaco Sergio Cazzaniga dall’amministratore del condominio adiacente all’attività commerciale che, di tutta risposta, ha deciso di cominciare a raccogliere firme per dire “no” a questo divieto senza senso.

La raccolta firme: “vogliono colpirci perché diamo fastidio”

“Troviamo sia profondamente ingiusto perché la piazzetta è un luogo pubblico, perché dei bambini che giocano, ridono, urlano divertiti e corrono non sono elemento di disturbo,ma al contrario portano un po’ di freschezza e allegria in questo paese che sembra spegnersi ogni giorno di più”. Sono queste le parole dei gestori della gelateria che non hanno preso per niente bene la richiesta che alcuni condomini hanno fatto al comune. Insomma, fanno sapere i gestori “con la scusa di regolamentare il passaggio pedonale, sono arrivati addirittura a vietare ai bambini di fare i bambini”.

Il negozio, si trova proprio nel centro di Besana Brianza, a pochi passi dalla piazza della Chiesa, tra il vicolo della Torre e via Ponte, un’area spesso teatro di piccoli vandalismi e gesti irrispettosi come l’abbandono di rifiuti. Per questo, commercianti e residenti, si sono uniti per chiedere al comune un immediato intervento con l’installazione di telecamere e il posizionamento di un cartello stradale che segnala il divieto di transito di motoveicoli e cicli. “Una richiesta assolutamente legittima e che approveremo sicuramente verrà ufficializzata la domanda – spiega il sindaco Sergio Cazzaniga – conosciamo perfettamente la situazione di quella zona della città e sappiamo quanto sia urgente prendere provvedimenti”. Insomma, fin qui tutto bene. C’è una nota, in questa mail giunta al Comune, che alla gelateria però proprio non è andata giù: no area gioco. Cioè i bambini, che la sera stanno lì insieme a mamma e papà per mangiarsi un gelato e svagarsi un po’ non possono giocare: così l’idea di lanciare un petizione per raccogliere firme da presentare in comune  per far capire che “non si può impedire ad un bambino di fare il bambino”.

Il sindaco tenta di fare da paciere tra i due

Un’affermazione, quest’ultima, che tra l’altro trova perfettamente d’accordo anche il Primo Cittadino che cerca di fare da paciere tra i due contendenti, il condominio e la gelateria: “io penso che ci sia stato un piccolo fraintendimento – ci dice – non credo che si voglia vietare ai bambini di giocare, ma semplicemente di non fare giochi “impegnativi” come una partita di pallone usando come porta la griglia dei contatori del condominio. Spero che la questione non diventi una “lotta tra vicini” perché in quel caso nessuno ne uscirebbe vincitore a mio avviso – e aggiunge – sulla questione invece di regolamentare il passaggio di motorini lo trovo assolutamente saggio perché è pericoloso dato che, appunto, all’interno del cortiletto della gelateria spesso ci sono bambini piccoli che giocano”. Insomma, da parte del Sindaco sembra esserci tutta la buona volontà per rendere la situazione vivibile sia per la gelateria che per i residenti del condominio, ora bisogna solo capire (e aspettare) di vedere se un accordo tra le parte – soprattutto a favore dei più piccoli – verrà preso oppure no.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi

Gli eredi del soldato hanno letto MBNews: la piastrina della Seconda Guerra torna a “casa”

Il figlio Franco, residente a Monza, è stato trovato grazie ai lettori di MBNews che hanno fornito alla nostra redazione informazioni importanti sulla famiglia Svanoni.

Arcore e la polemica sui fuochi d’artificio a Villa San Martino per il compleanno di Berlusconi

Il sindaco risponde alle polemiche: “E’ stata regolarmente chiesta autorizzazione e sono stati regolarmente autorizzati. Secondo le norme. Punto”.

Brugherio, ritrovata piastrina della Seconda Guerra Mondiale: si cercano gli eredi di Salvatore Svanoni

Si tratterebbe di Salvatore Svanoni, nato a Monza nel 1919 da Francesco Svanoni e Vavassori Anna. Adesso inizia la sfida più difficile: rintracciare la famiglia.

Intervista ad Andrea Tagliabue, l’agricoltore brianzolo premiato per la “Marmellate del banchiere”

Premiato da Coldiretti con gli Oscar green per le sue “Marmellate del Banchiere”, un prodotto unico ed innovativo.

Monza: 51enne sul monopattino si scontra con un’auto e finisce in ospedale

L'uomo caduto sull'asfalto è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Gerardo in codice verde.