21 Ottobre 2020 Segnala una notizia
Un tuffo nel Settecento alla Villa Reale con il Pic-nic Royale in abiti d'epoca

Un tuffo nel Settecento alla Villa Reale con il Pic-nic Royale in abiti d’epoca

28 Maggio 2018

Chissà cosa avranno da dirsi le dama del Settecento e le donne del Duemila: loro che, domenica 27 maggio, passeggiavano fianco a fianco nei giardini della Villa Reale di Monza, le une in pomposi abiti di corte, piene di vistosi ed eccentrici dettagli, le altre in minimal shorts per scongiurare l’ondata di calore che si è abbattuta sulla Brianza nei giorni scorsi.

Caldo lo avranno avuto entrambe, ma le dame non sembravano affatto preoccuparsene, mentre scivolavano avanti e indietro nel Parco di Monza, sventolando ventagli e coperte da ombrellini di pizzo, accompagnate da altrettanto eccentrici cavalieri.

I visitatori del Parco saranno rimasti a bocca aperta nel vederli, domandandosi forse se avessero sbagliato luogo o tempo: in effetti la rievocazione storica era parecchio credibile, frutto dell’organizzazione di AIMANT, l’Associazione Italiana Maria Antonietta e del Centro documentazione Residenze Reali Lombarde, che hanno organizzato un pic-nic settecentesco in abiti d’epoca, ispirato alla regina di Francia che ancora tanto affascina. Anche la location ha fatto la sua bella parte, considerando che il giardino settecentesco della Villa Reale venne realizzato proprio da Ferdinando d’Asburgo Lorena, fratello di Maria Antonietta.

Straordinaria la cura dei dettagli offerta dai partecipanti, negli abiti, ma anche negli oggetti d’epoca utilizzati per allestire quelli che sembravano dei veri set cinematografici. E pensare che ognuno di loro lo fa solo per passione, partecipando a questi eventi durante l’anno, noleggiando, comprando o facendosi cucire su misura i vestiti.

E che sia estate o inverno, per un pic-nic o per un ballo di corte, ognuno arriva dalle più svariate città d’Italia mosso solo dall’amore per la storia. Perché, come assicura la presidentessa di AIMANT, Alice Mortali, «questo è solo l’aspetto più frivolo di un vero amore per quell’epoca e per il personaggio di Maria Antonietta». Un aspetto che i monzesi e i brianzoli amanti del Parco hanno sicuramente apprezzato.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

Usmate Velate, ennesimo incidente all’incrocio della tangenzialina

Non è il primo incidente che si verifica nel tratto di strada. Continui infatti i sinistri così come le osservazioni da parte degli automobilisti che richiedono a gran voce un cambio della viabilità. 

Polmoni “bruciati” dal Coronavirus, 18enne salvato da trapianto record

Francesco era giovane e perfettamente sano, il virus lo ha infettato e gli ha danneggiato irrimediabilmente i polmoni, 'bruciando' ogni capacità di respirare normalmente. 

Desio, camion si incastra in un sottopasso: traffico in tilt e treni cancellati

Sembra una foto fake eppure è assolutamente vera: un camioncino del corriere GSL è rimasto letteralmente incastrato nel sottopasso di via Lampugnani a Desio.

Brugherio e Muggiò: recuperati due biacchi da ENPA

Purtroppo il biacco recuperato a Muggiò è morto per un colpo alla testa.

Barbara Bolzan e il suo grande amore per la scrittura: intervista

Barbara Bolzan è nata a Desio, lavora come scrittrice, editor per case editrici e autori, inoltre tiene corsi di scrittura creativa presso i licei della Brianza.