24 maggio 2018 Segnala una notizia
Tempo di 730? Ecco perchè donare il 5x1000 a Brianza per il Cuore Onlus

Tempo di 730? Ecco perchè donare il 5×1000 a Brianza per il Cuore Onlus

17 maggio 2018

Per chi paga le tasse è solo l’ennesima casella da compilare nel 730, ma per chi riceve il contributo è un importante strumento a supporto dei progetti dal grande valore sociale e per la collettività. Stiamo parlando del 5×1000 e se siete indecisi a chi donarlo, un’ottima idea è di destinarlo a Brianza per il Cuore Onlus, una delle associazioni più attive e vicine al cittadino del territorio di Monza e Brianza.

Perché Brianza per il Cuore? Perché sono molti i progetti che negli anni la Onlus monzese ha messo in campo da quando, nel 1995, ha iniziato il lavoro. Tantissime iniziative con un’unica direzione, un unico fine, chiaro e netto: quello della prevenzione del rischio cardiovascolare.

Monza Cardioprotetta. Con Monza Cardioprotetta, Brianza per il Cuore è riuscita a dotare la città di moltissimi defibrillatori ed a formare le persone. Sono oltre 2000 quelle diventate cittadini salvacuore. Un lavoro enorme che ha coinvolto volontari, istruttori salvacuore e tutti i soci della Onlus che hanno fortemente creduto alla missione e sostenuto l’associazione. Per garantire il corretto funzionamento dei macchinari salvavita, è necessaria una manutenzione annuale della quale Brianza per il Cuore si occupa con continuità e precisione.

Le Isole della Salute. Tra le iniziative volte alla prevenzione concreta del rischio cardiovascolare, la Onlus ha pensato ad un format originale e funzionale, le Isole della Salute. Un momento in cui i cittadini, senza prenotare e gratuitamente, hanno a disposizione un percorso di esami medici ed un gruppo di professionisti da cui ricevere un consulto accurato. Gli appuntamenti sono circa 5 e si svolgono durante l’anno in diverse zone della Brianza.

La Giornata Mondiale del Cuore. Un’altra occasione di incontro e confronto è quella della Giornata Mondiale del Cuore, quel momento dell’anno in cui la Onlus si sbizzarrisce con eventi unici nel loro genere. Lo scorso anno, ad esempio, è stata organizzata una corsa nel Parco di Monza in cui sono stati riuniti diversi punti chiave del lavoro dell’associazione tra cui le Isole della Salute e le dimostrazioni di rianimazione cardiopolmonare e di BLSD.

Quelli elencati sono solo alcuni dei progetti che ogni anno Laura Colombo Vago, presidente della Onlus, porta avanti con il suo team e con il Comitato Scientifico, un lavoro ambizioso che necessita di sostegno per continuare a garantire una presenza capillare sul territorio brianzolo.

Ecco come inserire Brianza per il Cuore Onlus nel 730 e destinarle il 5×1000:

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Francesca Zonca
Francesca Zonca. Se dovessi riassumere le mie passioni in due parole direi sicuramente lingue straniere e cinema. Studio lingue da quando sono piccola, amo viaggiare ma soprattutto amo riuscire ad entrare in contatto con diverse culture. La comunicazione e l'informazione sono al primo posto per me.


Articoli più letti di oggi

L’Ndrangheta in Brianza e perchè l’inchiesta Domus Aurea è solo all’inizio

Inchiesta dopo inchiesta il Pm Bellomo sta scoprendo anche in Brianza i legami con la malavita. Restano ancora molte cose da scoprire.

Vimercate, auto contromano in Tangenziale Est: grave un 84enne

L'uomo ha percorso diversi chilometri in direzione opposta al senso di marcia, fino allo scontro frontale con un'automobile guidata da un 47enne che non sarebbe in pericolo di vita

Commercio, a Seregno il cinese Sandro apre l’Iper Store Bazar

Nel locale di via Valassina si possono trovare prodotti di ogni categoria merceologica. Accoglienza, pulizia e ordine sono un must.

Giuseppe Malaspina: il passato difficile, l’ascesa e l’arresto

Ecco il ritratto di un uomo descritto dai suoi stessi collaboratori "di una bramosia oltre decenza".

Il “salotto buono” di Monza sotto scacco tra gang di ragazzi, droga e degrado

Commercianti e residenti sul piede di guerra. L'amministrazione, in particolare l'assessore alla Sicurezza, sta pensando di assumere delle guardie private.