24 maggio 2018 Segnala una notizia
Nokia, ancora 87 lavoratori a rischio: aperte le procedure di licenziamento

Nokia, ancora 87 lavoratori a rischio: aperte le procedure di licenziamento

16 maggio 2018

Sono passati solo cinque mesi dal piano di ristrutturazione concluso a novembre 2017: allora gli esuberi erano stati 200. Oggi, ancora una volta, Nokia torna a parlare di licenziamenti.

Questa mattina, mercoledì 16 maggio, dopo il fallimentare incontro di martedì 15 maggio presso il Ministero dello Sviluppo Economico, sono state aperte le procedure di licenziamento: sono 87 le persone che questa volta rischiano, la maggior parte delle quali provenienti dallo stabilimento di Vimercate.

«Dopo l’ennesimo tentativo per cercare di convincere l’azienda ad adottare strade diverse, ci ritroviamo punto e a capo – ha commentato Umberto Cignoli, delegato sindacale Fiom – L’aiuto da parte del MISE, per usare un eufemismo, è stato a dir poco scarso e l’azienda non ha nessuna intenzione, come già accaduto, di fare marcia indietro».

La trasferta per scongiurare la seconda ondata di licenziamenti dopo la fusione con Alcatel-Lucent, dunque, non è servita a molto, anzi, a niente, se non a conoscere il numero esatto di esuberi: a febbraio, infatti, ne erano stati annunciati circa 130. L’azienda è rimasta arroccata sulle sue posizioni: i licenziamenti ci saranno. E in effetti, ecco questa mattina arrivare l’ufficialità. Tutti i reparti saranno coinvolti, l’unico a non essere toccato, molto probabilmente, sarà quello della Ricerca&Sviluppo.

«È da sottolineare il fatto che non stiamo parlando di un’azienda in crisi – continua Cignoli – Si tratta solo di delocalizzazioni: si spostano dove i costi sono inferiori».

Ed è proprio per questo che i dipendenti non hanno intenzione di stare a guardare impassibili: la prossima settimana, a seguito dell’assemblea, saranno organizzati scioperi e presidi. «Anche se, stando a come sono andate le cose negli scorsi mesi, sarà alquanto difficile che i vertici aziendali cambino idea», conclude amaramente Cignoli.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

L’Ndrangheta in Brianza e perchè l’inchiesta Domus Aurea è solo all’inizio

Inchiesta dopo inchiesta il Pm Bellomo sta scoprendo anche in Brianza i legami con la malavita. Restano ancora molte cose da scoprire.

Vimercate, auto contromano in Tangenziale Est: grave un 84enne

L'uomo ha percorso diversi chilometri in direzione opposta al senso di marcia, fino allo scontro frontale con un'automobile guidata da un 47enne che non sarebbe in pericolo di vita

Commercio, a Seregno il cinese Sandro apre l’Iper Store Bazar

Nel locale di via Valassina si possono trovare prodotti di ogni categoria merceologica. Accoglienza, pulizia e ordine sono un must.

Giuseppe Malaspina: il passato difficile, l’ascesa e l’arresto

Ecco il ritratto di un uomo descritto dai suoi stessi collaboratori "di una bramosia oltre decenza".

Il “salotto buono” di Monza sotto scacco tra gang di ragazzi, droga e degrado

Commercianti e residenti sul piede di guerra. L'amministrazione, in particolare l'assessore alla Sicurezza, sta pensando di assumere delle guardie private.