02 Marzo 2021 Segnala una notizia
La Federazione Maestri del Lavoro, premia 15 lavoratori brianzoli

La Federazione Maestri del Lavoro, premia 15 lavoratori brianzoli

2 Maggio 2018

Tempi ardui. Tempi di precariato, quelli di oggi. E se il mondo del lavoro è in crisi, creare valore è la parola d’ordine. Una locuzione che la federazione Maestri del Lavoro d’Italia conosce bene e che Attilio Fontana, presidente di regione Lombardia, ha potuto constatare e confermare. “Con il vostro impegno, la vostra dedizione e il vostro sacrificio, avete dato un contributo fondamentale a tutto il sistema lombardo. Sia in termini economici, ma soprattutto sociali perché avete veramente creato valore”.

È successo a Milano all’interno del conservatorio G. Verdi. Un luogo di prestigio per un’occasione prestigiosa. Il conferimento della Stella al merito del lavoro. Un’onorificenza che premia singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale dei lavoratori dipendenti. Un titolo, quello di Maestro del Lavoro, che viene conferito su decreto del presidente della Repubblica ogni anno, il 1° maggioparola d’ordine che si scambia fra quanti si interessano al proprio miglioramento”. E se di miglioramento si parla, la decorazione è concessa a quei lavoratori che abbiano compiuto i 50 anni di età e che abbiano maturato almeno 25 anni ininterrotti di esperienza, alle dipendenze di una o più aziende. Ma se questi sono i requisiti minimi, differenti sono le prerogative di conferimento. Perizia, laboriosità e buona condotta morale. Certo, ma non solo. Invenzione e innovazione, ossia aver migliorato l’efficienza degli strumenti, delle macchine e dei metodi di lavorazione. E ancora, il perfezionamento delle misure di sicurezza del lavoro e la formazione alle nuove generazioni nell’attività professionale, sono stati infatti gli altri punti cardine su cui si è basato il conferimento delle Stelle al merito.

“Premiando voi Maestri del Lavoro – asserisce Fontana –  sento di premiare una Regione intera e quei 10 milioni di cittadini, le cui storie di ordinaria fatica e sacrificio spesso restano sotto traccia, ma che contribuiscono a fare della Lombardia un motore potente d’Italia e d’Europa”.

Dalle 10.30 alle 13. Una mattinata ricca di interventi tra autorità civili, militari e religiose. Tra i presenti, oltra ad Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, il prefetto di Milano, la dottoressa Luciana Lamorgese, in rappresentanza del Governo. Il capo dell’ispettorato interregionale del Lavoro Nord-Ovest, il dottor Aniello Pisanti e il console regionale della Lombardia e della Federazione dei Maestri del Lavoro d’Italia, Alder Dossena. Numeri importanti che chiariscono quanto asserito dal presidente di regione Lombardia. “Siamo operosi e laboriosi per cultura, vorrei dire per identità”.  147, infatti, le Stelle al Merito conferite e ben 15 i cittadini brianzoli insigniti di tale onorificenza. (Vedi la gallery)

Un capitale umano, lo sottolinea Fontana, “sul quale le istituzioni devono puntare”. Ma un capitale, non è un’assioma così scontato, ha bisogno, prima di tutto, di protezione. Un’attività, soprattutto, rivolta ai più giovani e al tema sicurezza sul lavoro. A sottolinearne l’importanza è proprio il consigliere Nazionale, l’MdL Carlo Manara. “Bisogna concentrare le nostre forze – asserisce – contro la schiavitù senza diritto, che spesso i giovani incontrano nel mondo del lavoro”. Del resto, lo sottolinea concordando il prefetto di Milano, “è proprio nel lavoro che i giovani cercano una risposta”. Ed è pur vero, come sostiene Francesco Vassallo, che “se il lavoro è realtà espressiva del progresso, la sicurezza è una cosa fondamentale”. Così, se Emanuele Fiumanò ha posto l’accento sul dialogo intergenerazionale con i giovani, che rappresentano il futuro, Attilio Fontana ha concluso asserendo che “per la sicurezza occorre investire più risorse da dedicare a controlli preventivi”.

Futuro, quello dei giovani e sicurezza a tutto campo. Queste le grandi tematiche, le inalienabili prerogative che i Maestri del Lavoro devono far proprie, per concorrere nello sviluppo delle imprese. Risposta all’avvenire dei giovani. Risposta all’avvenire di noi tutti.

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi