29 Maggio 2020 Segnala una notizia
Caso Malaspina, terremoto in Consiglio a Vimercate. L'opposizione lascia l'aula

Caso Malaspina, terremoto in Consiglio a Vimercate. L’opposizione lascia l’aula

31 Maggio 2018

Liti, parole forti, urla, accuse di interpretare il regolamento in modo arbitrario e altre, più o meno ironiche, sull’eventualità che fossero stati boicottati i microfoni dell’aula consiliare. Vero e proprio terremoto in Consiglio Comunale a Vimercate, finito con l’abbandono della seduta da parte di tutti i consiglieri di opposizione.

IL COMMENTO DI SARTINI SUL CASO MALASPINA

La causa scatenante, un commento rilasciato dal sindaco Francesco Sartini nei giorni scorsi a un post pubblicato su Facebook in merito al caso Malaspina, ma anche questioni burocratiche legate al regolamento del parlamentino cittadino, in merito alla possibilità di aprire o meno un dibattito sulla questione.

La polemica, a onor del vero, era già nell’aria da qualche giorno, dal 26 maggio per l’esattezza, quando il primo cittadino aveva commentato un post pubblicato sui social dal consigliere Carlo Amatetti riferito al caso Domus Aurea e all’imprenditore Malaspina. Sartini aveva così scritto: “Questa storia purtroppo offre una preoccupante chiave di lettura degli ignobili e artificiosi attacchi mossi ai danni di Claudio Grossi. Non posso che essere solidale con Claudio e Ada Civitani per le difficoltà che affrontano e per la loro generosità nel combattere l’ingiustizia”.

LA REPLICA DEI CONSIGLIERI

Parole che hanno offeso i consiglieri di opposizione, che si sono sentiti presi in causa: secondo loro, infatti, le parole del sindaco volevano far intendere che tutte le accuse mosse contro l’assessore al Bilancio c’entrassero in qualche modo con il caso balzato agli onori della cronaca nei giorni scorsi.

«Pretendiamo dal sindaco scuse pubbliche e immediate – ha chiosato Mariasole Mascia del PD in apertura del Consiglio – E vogliamo sapere a quali “ignobili attacchi” di riferisce. Si tratta della dignità di sei consiglieri».

«Con il suo commento il sindaco sembra ipotizzare un problema di infiltrazioni mafiose in Consiglio – ha aggiunto Alessandro Cagliani, Noi per Vimercate – Il sindaco sembra sostenere che ci siano chiavi di lettura per cui chi ha attaccato Grossi sia solidale con Malaspina. Dal momento che si sta per discutere del Piano di Governo del Terriorio, io non mi sento tranquillo a proseguire e chiedo la sospensione».

Ma le scuse dal Primo Cittadino non sono giunte, facendo scaldare gli animi delle opposizioni: «Nel post non faccio nomi, se non quelli di Grossi e di sua moglie – ha risposto Sartini – Non ho motivo di scusarmi, posso solo ribadire la solidarietà all’assessore, che so aver vissuto con grossa difficoltà questo periodo e che ha permesso di portare alla luce con evidenza la presenza malavitosa in Brianza».

A questo punto, lo strappo era palese. L’opposizione, che avrebbe voluto continuare il dibattito sulla questione, ha avanzato la questione pregiudiziale, a cui si è opposto il presidente del Consiglio Giovanni del Buono, aizzando gli animi anche di Cristina Biella (Forza Italia), che avrebbe voluto capire le ragioni di tale opposizione, e di Davide Nicolussi (PD): «Qui si parla di aspetti che toccano la persona privata oltre che pubblica» ha aggiunto. La questione è stata quindi messa al voto portando al no della maggioranza unita e quindi all’abbandono dell’aula da parte di tutti i Consiglieri di opposizione.

Il dibattito è  proseguito poi fuori dai microfoni, con Mascia che, rivolgendosi al pubblico e ai giornalisti, ha commentato «Questa sera quest’aula è stata violata e ingiuriata».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

Brugherio, incendio nella pizzeria Lo Stregone: evacuate 3 famiglie

Notte di fuoco a Brugherio. Intorno alle 4.00, un incendio è divampato all'interno della pizzeria Lo Stregone. Nessun ferito, tre famiglie evacuate residenti ai piani superiori.

A Monza e Brianza 5.480. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

Nella provincia di Monza e Brianza i positivi totali sono 5.480 (+14).

A Monza e Brianza 5.466. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

La provincia di Monza e Brianza dall’inizio dell’emergenza conta: 5.466 (+6)

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 28 maggio

Nella regione Lombardia i casi positivi registrati al 28 maggio sono 88.183 dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi positivi sono 382 (2.5% rapporto con i tamponi giornalieri).

La risposta rosa al Covid-19, in Confimi Monza e Brianza nasce il progetto “Con-diVision”

All'iniziativa, promossa dalla Lisa Fumagalli, collaborano Paola Marras (Niklas), Simona Ronchi (Silap) e Laura Parigi (NPI Italia). Obiettivo: produrre dispositivi di protezione. Con un nuovo modello di business.