01 Marzo 2021 Segnala una notizia
BrianzAcque contro gli sprechi, al Monzello un nuovo pozzo per irrigare i campi

BrianzAcque contro gli sprechi, al Monzello un nuovo pozzo per irrigare i campi

14 Maggio 2018

L’acqua, lo sappiamo tutti, non è una risorsa inesauribile. Proprio per questo motivo BrianzAcque lancia alcune iniziative sul territorio per evitare gli sprechi di acqua potabile di qualità. Per cominciare questa operazione di ecosostenibilità BrianzAcque, in collaborazione con il Comune di Monza ha deciso di coinvolgere anche la società sportiva Monza 1912 e partire proprio dall’ambiente sportivo.

Il primo passo sarà quindi quello di realizzare un pozzo di prima falda al centro sportivo Monzello per irrigare aree verdi e campi da gioco. 

L’iter, comprensivo delle autorizzazioni provinciali, richiederà un tempo non inferiore ai nove mesi- un anno. Il pozzo di prima falda è un pozzo che pesca dalla falda più superficiale acqua non idonea al consumo umano, ma ottima per innaffiare campi da calcio, da golf, parchi, giardini e altre superfici verdi.

UN RISPARMIO ANCHE PER I CITTADINI

Utilizzare acqua non potabile per l’irrigazione di campi da calcio e impianti sportivi in generale è sicuramente una pratica vincente sotto tutti i punti di vista: i vantaggi sono anche di tipo economico perché si riducono sensibilmente i costi delle strutture gestite dai comuni. 

Ha aggiunto l’ing. Massimiliano Ferazzini (direttore del settore Progettazione e Pianificazione territoriale di BrianzAcque): «Abbiamo avviato una campagna per la realizzazione di questo genere di impianti. Ventun comuni hanno manifestato interesse. Al momento, sono in corso 9 studi di fattibilità. A questi si aggiunge il pozzo del Centro Sportivo Intercomunale di Bernareggio, Carnate e Ronco Briantino con campo da golf che è già in fase di autorizzazione».

COMINCIAMO DAI BAMBINI

Nel mentre saranno portate avanti altre iniziative di sensibilizzazione verso questo tema. Per il Summer Camp verranno installati alcuni erogatori self service che dispenseranno acqua di rete a <Km .0>.  

«È importante, ribadiscono sia il Sindaco Allevi che il presidente di Brianza Acque Enrico Boerci, cominciare a puntare sull’educazione delle nuove generazioni per promuovere fin da subito buone pratiche in tema ambientale». Così i ragazzi che parteciperanno al Summer Camp verranno omaggiati di duemila borracce, con il triplice logo dei soggetti aderenti all’iniziativa, per poter usufruire degli erogatori. Questo potrà incentivare ancor più l’utilizzo di H2O  del rubinetto, già largamente utilizzata dagli atleti, da quelli della prima squadra fino ai più piccini. Il percorso di sensibilizzazione dei baby calciatori, di età compresa tra i 6 ai 13 anni, oltre all’omaggio delle borracce, sarà supportato da materiali didattici- educativi come fumetti e opuscoli formativi. 

«Lo Sport del resto, ricorda l’assessore Andrea Arbizzonisi conferma un veicolo privilegiato per diffondere i valori più grandi, a partire in questo caso dal rispetto dell’ambiente e dalla tutela delle risorse idriche». I giovani calciatori, quindi, si faranno ambasciatori di buone pratiche che oltre a tutelare l’ambiente consentono anche un grande risparmio. 

«Brianza Acque, spiega Boerci, ogni mese fa le analisi dell’acqua e le pubblica su Internet, così che siano alla portata di ogni cittadino. Nelle bottiglie comprate al supermercato di media le analisi risalgono ad uno due anni prima».

LA PAROLA ALLO SPORT

Grande soddisfazione quindi, per tutti i soggetti che hanno aderito all’iniziativa, compresa la società sportiva Monza 1912, per cui prende la parola il vice Presidente Roberto Mazzo:

«Queste sono le iniziative che ci piacciono. Semplici e immediate, senza dover smuovere le montagne si possono dare grandi insegnamenti ai più giovani. Al Summer Camp oltretutto parteciperanno anche bambini da altre città e anche loro avranno la possibilità, oltre all’acqua, di avere in dona la borraccia per essere incentivati a non sprecare».

Non poteva mancare un piccolo accenno alla partita che domani 15 maggio vedrà il Monza scendere in campo contro il Piacenza nei play off valevoli per la conquista dell’ultimo posto in Serie B:

«Il Monza, dice Mazzo, torna finalmente a lottare per qualcosa di concreto, torna a rifare i play off per la Serie B e si cercherà di andare il più avanti possibile. E speriamo che la città di Monza ci supporti: ci dovrebbe essere quasi un obbligo a Monza di non poter tifare al di fuori della propria città».

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Marta Migliardi
Sono una giornalista e scrittrice con la valigia in mano, i piedi ben piantati a terra e lo sguardo, ogni tanto, verso il cielo. Vivo tra l’Africa (Zanzibar) e l’Italia, in eterno movimento. Monza è la mia casa, ovunque mi trovi. Bisogna sempre avere un posto in cui tornare. Amo gli animali e amo scrivere. Il resto è di passaggio.


Articoli più letti di oggi