19 Settembre 2019 Segnala una notizia
Monza Storica, scatti in bianco e nero di una città che non esiste più

Monza Storica, scatti in bianco e nero di una città che non esiste più

4 Aprile 2018

Il ricordo del primo amore, il ricordo del cortile di casa dove si giocava con gli amici, il ricordo dei genitori e dei nonni, di un fratello, di una vacanza al mare, di un gita in compagnia e del primo giorno di scuola. Struggenti, gioiosi, dolorosi e inattesi. C’è chi li considera nitroglicerina: pronti a esplodere senza nessun preavvertimento. C’è chi ci ha girato dei film bellissimi o chi ci ha scritto dei libri altrettanto affascinati.

A Monza, invece, nonostante la sua giovane età, c’è chi ha deciso di utilizzarli per raccontare una città che non c’è più. La Monza di un passato nemmeno troppo lontano ma che sembra distante anni luce.

Alessandro Garlati, 30 anni, monzese doc, ha da poco più di un anno ha dato vita al sito monzastorica.it con relativa pagina Facebook. Sono stati i suoi nonni a trasmettergli questa passione. I loro racconti  di quella Monza in bianco e nero sono stati semi che un po’ alla volta hanno fatto germogliare il desiderio di non dimenticare.

“Sono stati loro a instillarmi questa passione – ha spiegato Garlati -. I loro racconti di una realtà passata mi hanno incuriosito sempre di più, spingendomi a cercare di capire e, soprattutto, di vedere, come era Monza una volta”.

Tradizione e storia, dunque. Scatti e vecchie cartoline. C’è un libro di Paco Ignacio Taibo (Un rivoluzionario di passaggio) nel quale dovendo descrivere la Città del Messico degli anni Venti, l’autore sottolinea che quella città non è questa città. Ecco, la Monza che compare nelle foto e nei piccoli aneddoti del sito aperto da Alessandro Garlati non ha niente a che vedere con la Monza di oggi. E’ cambiata la toponomastica, sono sparite chiese e case, ma anche fabbriche e negozi. Ne sono sorti di nuovi. E’ cambiata la viabilità, sono aumentate le auto e sono sparite le rotaie del tram che collegavano Monza a Milano.

Il sito di Alessandro Garlati è piaciuto e nel giro di pochi mesi è riuscito a radunare attorno a sè una comunità di oltre sei mila persone. Un gruppo di “follower” eterogeneo che commenta, dice la sua, offre spunti di riflessione e, soprattutto, ricorda.

Adesso, a più di un anno dalla nascita di Monza Storica,  l’obiettivo di Garlati è riuscire a dare vita a un’associazione culturale riconosciuta. “Mi darebbe la possibilità di sviluppare e proporre diverse iniziative di carattere sociale e artistico, con lo scopo di valorizzare il grande potenziale storico di Monza in tutte le sue sfumature – ha spiegato Garlati -. Fra gli obiettivi di Monza Storica c’è anche quello di vedere sempre più fruibili i contenuti in formato digitale, in modo da farli apprezzare anche alle nuove generazioni”.

Nel frattempo, sulla sua pagina Facebook cresce il numero di foto color seppia che fanno vedere quella Monza d’altri tempi.  Si vede per esempio corso Milano anni Cinquanta, zero traffico, rotaie del tram, lampioni in ferro battuto e sullo sfondo l’inconfondibile sagoma del campanile del Duomo.

Oppure ce n’è una dove si vedono le vecchie tribune liberty dell’Ippodromo del Parco, quelle distrutte da una serie di incendi negli anni Ottanta. E a proposito di trasporti e treni, negli anni Venti c’era un trenino che trasportava i tifosi dentro l’Autodromo. Insomma, a guardarle bene queste foto d’altri tempi, non mettono solo tanta nostalgia, ma fanno venire anche un po’ di rabbia.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Desio, 32enne precipita dall’ecomostro di via Volta: gravissima

Ancora in corso la ricostruzione di quanto accaduto, che riporta alla luce la questione relativa alla sicurezza dell'area

Il Calcio Monza schiacciasassi, ma tra buche e code alla biglietteria

La squadra è una potenza, ma per i tifosi non è così facile accedere allo stadio: tre i maggiori problemi che abbiamo individuato che presto dovranno essere risolti.

Scoperta officina abusiva: all’interno auto usate da rapinatori e spacciatori

i “titolari”, padre e figlio, sono stati denunciati, mentre per altre tre persone è stato proposto di foglio di via. Arrestato un quinto uomo

Monza, un anno di Ponte Colombo chiuso. A breve la gara per la demolizione

I costi previsti per la demolizione e ricostruzione della passerella sono di circa 750mila euro

Cesano Maderno: grande festa e tanti eventi per i 150 anni di storia

Gli eventi, in programma dal 20 settembre al 20 ottobre, accompagneranno la città in un percorso collettivo alla riscoperta della sua storia e delle sue radici.