Quantcast
Degrado viale Europa-via Cavallotti: il Comune annuncia interventi - MBNews
Attualità

Degrado viale Europa-via Cavallotti: il Comune annuncia interventi

Siamo tornati in una scorciatoia a due passi dal centro. Priva di illuminazione, è da anni preda di rifiuti e sterpaglie. Il vicesindaco Villa parla di lavori per il teleriscaldamento e di una pista ciclabile.

via-cavallotti-viale europa-degrado-mb (Copia)

Con la luce della bella stagione ormai alle porte, i segni del degrado e dell’incuria saranno ancora più visibili agli occhi di chi vorrà o dovrà vederli. E, con l’aumentare delle persone che passeranno a piedi o in bicicletta per la strada  che collega viale Europa a via Felice Cavallotti, anche la sicurezza sarà messa più in pericolo.

Perché questi 200 metri sterrati continuano ad essere una vera e propria discarica a cielo aperto. Per essi il tempo trascorre senza mutarne le condizioni da tantissimo tempo. Con rifiuti accumulati ovunque e sterpaglie che fanno ormai da costante compagnia a chi decide di attraversare questo tratto di strada a poco più di un chilometro dal centro di Monza.

Nulla sembra essere riuscito a cambiare l’attuale destino. Compresa la totale assenza di illuminazione. Nel cuore del capoluogo della Brianza una piccola, grande, emergenza. Che, forse, meriterebbe un nome diverso, vista la sua persistenza. Ormai, infatti, era il luglio 2016, quasi 2 anni fa, quando noi di MBNews ci siamo occupati per la prima volta della questione. (leggi l’articolo)

Da allora di questa scorciatoia tra viale Europa e via Felice Cavallotti, che, all’epoca della Seconda Guerra Mondiale, era usata dai carri armati in transito dalla Caserma militare del Rondò de’ Pini alla Breda di Sesto San Giovanni, ci siamo occupati altre volte. (leggi qui) Paolo Confalonieri e Antonio Marrazzo, rispettivamente ormai ex Assessori comunale della Giunta Scanagatti alla mobilità, sicurezza e servizi ambientali, il primo, e alle Opere pubbliche, il secondo, ci avevano prospettato un futuro più dignitoso dell’attuale presente.

Si era parlato di una soluzione d’urgenza, che avrebbe consentito almeno la messa in sicurezza della strada. Sulla carta pareva ci fosse anche il progetto di rendere quei 200 metri un tratto della pista ciclo-pedonale che permetterà di collegare viale Europa, dove già c’è un percorso riservato alle bici, con via Monte Cervino e la zona circostante. Anche perché, a quanto sembra, la strada in questione è pubblica e sarebbe inserita in un piano attuativo generale riguardante il quartiere Triante-San Giuseppe.

Idee e annunci che, allo stato dei fatti, si sono rivelati solo promesse irrealizzate. Intanto a piazza Trento e Trieste non governa più il centrosinistra di Roberto Scanagatti. Da giugno scorso sulla poltrona di sindaco di Monza siede Dario Allevi. Eppure, a quasi un anno dalle ultime elezioni comunali, novità non si vedono. Qualcosa all’orizzonte, però, tra rifiuti e agenzie di scommesse che chiudono per motivi giudiziari e, non senza polemiche, riaprono dopo opportuni cambi di gestione, forse si sta muovendo.

“La stradina tra viale Europa e via Cavallotti è sempre stata aperta in maniera abusiva ed è diventata di proprietà del Comune di Monza solo pochissimo tempo fa, a seguito dell’intervento richiesto da parte del proprietario per una nuova edificazione privata – spiega Simone Villa, vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, alle Strade, al Verde e alle piccole cose – su quel tratto è prevista la realizzazione di una pista ciclabile che sarà costruita dal privato, secondo quanto stabilito dalla convenzione. Nel frattempo è in programma che Agam intervenga su quella tratta con i lavori di posa del teleriscaldamento”. Vuoi vedere che saranno dei lavori legati a fonti di calore a dare nuova vita ad una storia sempre uguale da più di settant’anni?