18 luglio 2018 Segnala una notizia
Maestra violenta, l'avvocato: "Situazione psicologica da indagare"

Maestra violenta, l’avvocato: “Situazione psicologica da indagare”

16 aprile 2018

Ci sarebbe una storia di solitudine e difficoltà personali, dietro all’agire della maestra di asilo di Varedo, arrestata dai carabinieri per maltrattamenti sui bambini della sua classe nei giorni scorsi. Sola e con una mamma malata, la donna faticherebbe a comprendere la natura penale dei suoi comportamenti, seppur abbia compreso bene di aver sbagliato.

È quanto emerso a seguito del suo interrogatorio di garanzia, svoltosi in Tribunale a Monza. Avrebbe quindi risposto con difficoltà alle domande, ma senza respingere le accuse, la maestra d’asilo di 45 anni arrestata dopo un’indagine dei carabinieri con tanto di immagini e audio registrati con cimici posizionate a scuola dopo una segnalazione del dirigente scolastico che aveva ricevuto quelle dei genitori.

A confermarlo è il suo avvocato Luigi Ferreri. “Non respinge le accuse, ne sarà questa la linea difensiva, ma si dovrà valutare la sua condizione psicologica“, ha spiegato il legale “è una vicenda umana che va approfondita, il contesto sociale e familiare della signora è qualcosa di cui si dovrà tenere conto”. A quanto si è appreso la maestra vivrebbe da tempo sola con la madre malata, in una condizione di forte stress psicologico. L’avvocato ha poi precisato: “non abbiamo presentato al momento alcuna richiesta di scarcerazione, prima dobbiamo valutare a fondo la sua condizione”. La donna, come disposto dal Gip del Tribunale di Monza, resta quindi ai domiciliari.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi

Stadio Brianteo e centro sportivo Monzello in concessione al Monza 1912 per 44 anni

Il club biancorosso pagherà 10.101 euro oltre Iva di canone annuo.

Profughi a Briosco? Proteste al presidio: “Il comune deve fare qualcosa subito”

Il Ministro degli Interni Salvini è intervenuto sulla questione: prima la volontà del territorio. Se Briosco dice no, la prefettura deve trovare una soluzione alternativa alla sistemazione dei 14 richiedenti asilo

Pizza Festival Lombardia: a Lentate in arrivo i maestri napoletani

L'evento porterà in Brianza la vera Pizza Napoletana, con i prodotti della tradizione e con le antiche ricette dei maestri pizzaioli partenopei.

Monza, protesta delle biblioteche: studenti universitari manifestano fuori dal Comune

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la chiusura della sede di via Giuliani per allestire un info point, ma i ragazzi lamentano altri disagi, dalla mancanza di prese della corrente agli orari inadeguati

Trova un portafogli con 500 euro per strada e lo consegna ai carabinieri

Il gesto nobile di un pensionato ha permesso che il gruzzoletto tornasse nelle tasche di una casalinga che aveva risparmiato quei soldi per mesi