23 aprile 2018 Segnala una notizia
Monza, addio alla sala cinematografica con lo schermo più grande d'Italia

Monza, addio alla sala cinematografica con lo schermo più grande d’Italia

11 aprile 2018

La sala cinema con lo schermo più grande d’Italia se ne va. I lavori di demolizione del cinema Maestoso di via Sant’Andrea sono oramai entrati nel vivo. Ruspe, martelli pneumatici e muratori lavorano a pieno ritmo e fra non molto di una delle sale che hanno fatto la storia del cinema monzese e brianzolo non rimarrà niente.

IL NUOVO PROGETTO

Al suo posto sorgeranno un parcheggio interrato e un nuovo supermercato con una superficie di 1800 metri quadri,  una galleria di altri spazi commerciali per una metratura analoga, oltre ad un blocco di servizi igienici destinati agli ambulanti del mercato del lunedì che, secondo il progetto, dovrebbero ritornare ad occupare la piazza esterna all’ex cinema. I piani superiori ospiteranno invece terziario, ristorazione e probabilmente una palestra.

Sono stati previsti anche la realizzazione di un centro civico e di un giardino pensile: il verde avrà un ruolo anche “architettonico” poiché filari di alberi mitigheranno l’impatto lungo via Sant’Andrea e via Lissoni.

I RICORDI

Mentre il cantiere procede spedito, sulla pagina Facebook di “Sei di Monza se” gli iscritti postano i loro ricordi: c’è chi ha visto lì il suo primo film o chi, semplicemente, ricorda alcune prime visioni del passato come Flash Dance o uno degli ultimi film trasmessi come Titanic.

Chiuso da circa 20 anni, il cinema Maestoso era diventato oramai un monumento al degrado. Impossibile e inutile continuano a tenerlo in vita. Era diventato un corpo estraneo quartiere, preda di sbandati e tossici. Sempre più di frequente oggetto di sgomberi e blitz da parte della polizia.

I lavori dureranno un anno e mezzo e cambieranno il volto dell’area tra via Lissoni e Sant’Andrea.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Arcore, si ribaltano in rotonda con un’auto d’epoca: grave l’autista

Brutto incidente oggi alle 18 alla rotonda che collega viale Matteucci con la Sp 45: padre e figlio si sono ribaltati con una 500 azzurra.

Trovato con hashish, anabolizzanti e medicine: indagato un 44enne di Lissone

Si pensa che l'uomo utilizzasse i componenti trovati per la preparazione delle cosiddette "bombe" per atleti, body builder e culturisti: indagini in corso

Ai piedi del ciliegio secolare con il suv: adesso arrivano le guardie!

Solca i sentieri con la sua macchina, facendo lo slalom tra i ciclisti, per scattare la foto perfetta del ciliegio secolare. Confermata quindi la tesi di Corbetta: servono le guardie

Monza, da chiesa (sconsacrata) a locale notturno: ecco il recupero del Buon Pastore

Seconda tappa del tour delle aree dismesse organizzato dall'assessore all'Urbanistica, Martina Sassoli. L'area conta 30 mila metri quadrati di superficie buona parte dei quali destinati a verde pubblico

Monza, notti della civetta: al Parco due escursione alla scoperta dei rapaci

Le escursioni aperte a tutti e gratuite saranno dedicate all'ascolto di canti e richiami.