19 dicembre 2018 Segnala una notizia
Monza, mancano cestini porta rifiuti: fermate del bus trasformate in discariche

Monza, mancano cestini porta rifiuti: fermate del bus trasformate in discariche

13 marzo 2018

Pensiline di confine trasformate in mini discariche a cielo aperto. Succede al confine fra Monza e Concorezzo, lungo la Strada provinciale 2. In questi ultimi giorni è stata effettuata un’opera di riqualificazione del tatto di strada che corre fra il nuovo punto Esselunga e la sede della Patheon. Nell’intervento sono stati riqualificate anche le due fermate dell’autobus della linea autobus Monza – Trezzo, solo che non sono stati installati cestini porta rifiuti e il risultato è stata la nascita di una due mini discariche nel piccolo fossato che corre parallelo alla strada.

Controllando sulla cartina non è facile capire se la competenza sia del Comune di Monza o di Concorezzo. Le due fermate si trovano proprio sul confine, che in genere sono le zone preferite da chi butta via abusivamente rifiuti. Qui però non si tratta di scaricatori abusivi, ma di utenti della linea incivili e di amministratori poco lungimiranti. La gente in genere alle fermate dei bus aspetta e mentre aspetta cosa fa? Beve, legge il giornale o mangia uno snack, con la conseguente necessità di buttare via contenitori, carta o lattine. Solo che non ci sono cestini per i rifiuti.

La zona è stata compatente rimessa nuovo. Nuovo attraversamento pedonale, nuove luci, nuove aiuole spartitraffico e nuova illuminazione. Ma, zero cestini porta rifiuti. Gli utenti potrebbero anche tenersi in tasca la carta o la lattina in attesa di trovare un cestino, ma è chiaro che qualunque sia l’amministrazione comunale che ha effettuato quell’intervento, se ne è dimenticata un pezzo. La necessità di installare quanto prima di cestini è comprata dal fatto che oramai il cumulo di rifiuti cresce giorno dopo giorno.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Monza e Brianza, mercoledì sera previsti fino a 5 cm di neve

Nessuna particolare criticità è prevista dalla Protezione civile. La neve arriverà domani sera.

Monza, la Provincia ci riprova con la tangenzialina dell’ospedale

Dopo avere bandito la gara d'appalto, l'ente di via Grigna sta affidando i lavori per il completamento della Sp6. Valore dell'appalto: 2,7 milioni di euro

Villa Reale, i fuochi d’artificio della festa privata fanno infuriare il sindaco

I fuochi d'artificio in Villa Reale fanno il "botto" in consiglio comunale facendo infuriare il primo cittadino, nonché presidente del Consorzio, Dario Allevi. 

Buzz avvelenato. “Come fanno ad esistere persone così perfide?”

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera. Il cane di due persone è stato avvelenato ad Oreno. "Fate attenzione quando tenete il cane in giardino"

Medicina smart al San Gerardo: in Chirurgia Toracica arriva una app dedicata ai pazienti

Si tratta del primo programma in Italia per la raccolta dati domiciliare tramite app dei pazienti trattati chirurgicamente per carcinoma polmonare.