20 Marzo 2019 Segnala una notizia
Il patrimonio artistico di Brugherio diventa (virtualmente) di tutti: inaugura il MIC

Il patrimonio artistico di Brugherio diventa (virtualmente) di tutti: inaugura il MIC

14 Marzo 2018

Immaginate di stare comodamente seduti sulla vostra poltrona preferita e di voler contemporaneamente visitare una mostra. Impossibile, direte voi. E invece non lo è, non a Brugherio almeno. Inaugurerà ufficialmente sabato 17 marzo, anche se è già on-line, il nuovo museo virtuale della produzione artistica cittadina, con la particolarità di poter essere visitato da chiunque, in qualsiasi luogo del mondo si trovi, purché disponga di una connessione Internet.

MIC, UN MUSEO (VIRTUALE) IN COMUNE

Si chiama MIC, acronimo di Museo in Comune, progetto fortemente voluto dalla Giunta guidata da Marco Troiano e portato a compimento in questi giorni. «Un sogno che si realizza», lo ha definito Laura Valli, assessore alle Politiche Culturali della città.

Di cosa si tratta? Di un museo fatto e finito, dove sono state catalogate tutte le opere presenti nei palazzi pubblici, negli uffici e nei magazzini: ben 200, recuperate, fotografate, censite e catalogate in un apposito archivio consultabile in rete, che ha l’obiettivo di mettere a disposizione di tutti la bellezza conservata nelle sale comunali.

Ma il MIC è molto più di un semplice archivio: basterà entrare su http://www.comune.brugherio.mb.it/museo/ ed accedere alla sezione “Virtual Tour” per poter entrare virtualmente in un vero museo, con quadri e opere esposte. Per ognuna si possono avere informazioni testuali, legate al quadro o all’artista, a volte interviste video o approfondimenti audio.

Insomma, una vera visita interattiva della collezione comunale, oltre alla possibilità di visitare tutte le mostre, allestite nella Galleria Esposizioni dello storico Palazzo Ghirlanda Silva negli ultimi cinquanta anni circa, documentate o ricostruite in 3D, passando di sala in sala come si camminasse realmente all’interno di un salone espositivo.

«Siamo molto orgogliosi di questa operazione – ha continuato l’assessore Valli – è un sogno che si realizza, ma non per miracolo, bensì perché l’abbiamo fortemente voluto in tanti. Siamo riusciti a raccogliere innumerevoli sfide: quella del tempo, perché volevamo che il museo fosse inaugurato nell’anno che l’UE ha dedicato al Patrimonio Culturale, quella dell’innovazione digitale e quella delle economie di scala, dal momento che il progetto è stato realizzato utilizzando e valorizzando le competenze interne dei dipendenti degli uffici comunali, che hanno lavorato alacremente, aiutandoci a vincere tutte queste sfide».

«Ci tengo a sottolineare il grande valore di questo lavoro – ha concluso il sindaco Marco Troiano – Un modo per dare seguito all’affermazione che vuole Brugherio una città molto fervida dal punto di vista artistico: perché non restino solo parole, è essenziale valorizzare questa produzione, anche perché tutti gli artisti che sono passati dalla città hanno voluto fare dono di una delle loro opere, creando un patrimonio che pochi Comuni possono vantare, che è giusto che venga messo a disposizione della cittadinanza: da qui la scelta del nome, Museo in Comune, perché diventa di tutti. Siamo molto soddisfatti della nascita del museo, un progetto che non è concluso, anzi, che si apre oggi: le potenzialità che gli strumenti tecnologici offrono sono davvero infiniti e inaugurano un percorso che sarà in continua evoluzione».

Il museo verrà inaugurato ufficialmente sabato 17 marzo alle 16.00 la Galleria Esposizioni di Palazzo Ghirlanda Silva (via Italia 27). In concomitanza sarà aperta anche la Mostra Collettiva di sei artisti brucherei.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

Sequestra autobus con scolaresca e gli dà fuoco: tragedia sfiorata

Strage evitata per un soffio: nessuno è rimasto ferito, 12 ragazzini e due adulti sono stati portati in ospedale a seguito di una lieve intossicazione

Giornate FAI di Primavera: ecco i luoghi da visitare in Brianza

Il 23 e il 24 marzo, in occasione delle Giornate di Primavera del FAI, 4 i luoghi d'arte in Brianza aperti al pubblico

Monza, piazza del Tribunale: trovata la soluzione al nodo della sosta

L'amministrazione ha dato via libera alla posa di una nuova segnaletica.

Cisl, ufficio vertenze: 9 mln recuperati. Un imprenditore frustava il dipendente

L'ufficio vertenze di Cisl fa il punto della situazione. Il 2018 registra una lieve discesa rispetto al 2017.

VerdeNero, alla riscoperta del gusto e del sapore a km 0

Apre VerdeNero, un luogo dove riscoprire i sapori genuini della cucina brianzola