24 Maggio 2019 Segnala una notizia
Fare del bene correndo, si avvicina il via della Monza-Montevecchia 2018

Fare del bene correndo, si avvicina il via della Monza-Montevecchia 2018

1 Marzo 2018

Correre fa bene al cuore. Non soltanto nel senso dell’organo che pompa il sangue e lo manda in circolo in tutto il nostro corpo. Ma anche cuore inteso come sinonimo di generosità, sentimenti e solidarietà umana. Una tendenza che ormai accomuna sempre più gare podistiche, sia quelle agonistiche che amatoriali. E, così, chi vuole, quando si iscrive ad una competizione, sa di non competere solo per il risultato cronometrico, ma di sostenere una causa benefica.

Da questo punto di vista tra le corse che in Brianza hanno preso, è il caso di dire, più piede, c’è sicuramente la “Reale Mutua Monza-Montevecchia eco Trail”, la gara ideata e organizzata dal Monza Marathon Team con la collaborazione tra i tanti della Società Alpinisti Monzesi e il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. Si tratta di 33,5 km che dal Parco di Monza, attraverso il Parco dell’Alta Valle del Lambro, il Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone e ben 8 Comuni (Monza, Biassono, Macherio, Triuggio-Canonica, Casatenovo, Lomagna, Missaglia e Montevecchia), giunge sino al Centro Sportivo di Montevecchia.

Dalla prima edizione nel 2012 la “Monza-Montevecchia eco Trail”, che è aperta quest’anno alla partecipazione 220 coppie di runner, quasi a simboleggiare già dal regolamento l’importanza dello stare uniti e del supporto reciproco, ha sempre aiutato concretamente i progetti solidali di tanti associazioni ed enti. Nelle prime sei edizioni sono stati raccolti oltre 60mila euro. E nel 2018 le coppie che correranno questa originale competizione, in programma il 27 maggio, con la possibilità di iscriversi a partire dal 12 marzo, sposeranno una causa importante. Anzi due. Destineranno, infatti, 50 euro della propria quota a due progetti.

“Anche per la settima edizione della Monza-Montevecchia, che sarà presentata il 9 marzo in Villa Reale, l’aspetto solidale è dominante – spiega il presidente del Monza Marathon Team, Andrea Galbiati (nella foto in alto)– questa volta sosterremo due concreti progetti: il primo, di carattere musicale, è ‘TikiTaka-Equiliberi di essere’, che punta a coinvolgere le nostre comunità per l’inclusione delle persone con disabilità e l’altro, dal sapore più giornalistico,  è il ‘Tg Lambro’, un laboratorio didattico-educativo della Cooperativa sociale Lambro, che punta a promuovere, attraverso la creazione di video, spot e filmati sul territorio locale e nazionale, una nuova cultura sulla disabilità”.

Le due iniziative per raggiungere i loro significativi obiettivi hanno bisogno di ulteriori fondi. TikiTaka, finanziato da Fondazione Cariplo, ha attivato, infatti, una fitta rete di soggetti del territorio, dalle famiglie ai servizi, fino alle associazioni sportive, alle imprese e ai commercianti, in grado di realizzare per le persone con disabilità laboratori tematici, esperienze individuali di vario tipo, compreso il condominio solidale e il co-housing. Tutto questo, naturalmente, ha costi di gestione e realizzazione non indifferenti. Un discorso simile vale anche per la Cooperativa Lambro. Che per le realizzazione dei servizi giornalistici del proprio Tg, ha bisogno di una strumentazione adeguata e professionale. Anche per permettere agli utenti, ragazzi disabili che si cimentano nelle attività di redazione, riprese, montaggio ed editing, di coltivare un sogno: portare il risultato del loro impegno a grandi eventi, come il Festival di Cannes.

“Puntiamo a raccogliere 10-12 mila euro – afferma Galbiati – Correre la nostra gara è qualcosa di diverso – continua il presidente del Monza Marathon Team – qualcuno non lo capisce ancora e ci dice che vorrebbe solo partecipare ad una competizione. Ma per noi l’attività sportiva si deve declinare in progetti solidali, che ci fa piacere condividere con chi si iscrive alla gara”.

Una formula che sembra funzionare. Lo dimostrano l’elevato numero di partecipanti degli anni scorsi e la verità dei progetti di charity sostenuti. Da ‘Cancro Primo Aiuto Onlus’ nel 2012 allo ‘Shark Monza’, la squadra di hockey in carrozzina e l’Associazione di volontariato ‘Padre Annibale di Francia’ nel 2017. “Ogni anno ci sono delle realtà solidali che si propongono o ci vengono segnalate – spiega Galbiati – il Consiglio direttivo del Monza Marathon Team le valuta, le vota e ne sceglie una o due”. E, poi, bisogna correre 33,5 km su sentieri e sterrati. Una fatica resa un po’ più leggera dalla consapevolezza di aver fatto del bene a chi ha più bisogno.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Sparatoria a Varedo: ferito un 34enne trasportato al Niguarda

Colpi di pistola a Varedo: ferito un 34enne. E’ accaduto questa mattina, giovedì 22 maggio, nel piazzale della stazione.

Brianza, truffe ‘a domicilio’: attenti a quei finti Carabinieri

Nuova allerta in Brianza: falsi Carabinieri e tecnici dell'acqua si introducono negli appartamenti con delle scuse, per poi spruzzare spray urticanti e derubare i malcapitati. Le testimonianze.

Meda, avevano in casa una bomba e la usavano come schiaccianoci

L'ordigno della Seconda Guerra Mondiale era a casa di una coppia di ignari anziani. È stato recuperato e fatto brillare

Anas, dal 27 maggio chiusa la SS36 per il varo del ponte di Annone Brianza

La strada verrà riaperta alle 6 di giovedì 30 maggio. La viabilità deviata sulla rete locale

Brugherio, nel box nascondeva due Toyota C-HR rubate: 35enne nei guai

Le due macchine erano state rubate a Brugherio il 14 e il 15 maggio. L'uomo è stato deferito a piede libero per ricettazione