Quantcast
Boscherona, Comune Monza: "Presto dossi e zona a traffico limitato notturno" - MBNews
Attualità

Boscherona, Comune Monza: “Presto dossi e zona a traffico limitato notturno”

Entro l'inizio di maggio i primi interventi per l'area a nord del capoluogo, afflitta da degrado, problemi di viabilità e sicurezza. Presto anche un incontro tra l'amministrazione cittadina e i residente della zona.

boscherona2-mb

Dossi per rallentare la velocità in via Stradella e Tagliamento e zona a traffico limitato notturno potrebbero essere già attive tra fine aprile e inizio maggio. Queste le prime due novità che la primavera ormai prossima dovrebbe portare per la Boscherona, il quartiere nella parte nord del capoluogo di Monza, a poco più di un chilometro dalla Villa Reale. Un’ampia area residenziale, dove vivono circa mille persone, che, come la natura in questo periodo dell’anno, potrebbe cominciare a rifiorire. E vedere un po’ di luce in fondo alle diverse problematiche che si trascinano da alcuni anni nella zona (leggi qui).

Dalla permanente situazione di degrado ambientale alla mancanza di sicurezza stradale e ciclopedonale, dalla viabilità precaria alla prostituzione fino allo spaccio di droga, alla presenza abusiva di nomadi e alla gestione di alcuni terreni privati praticamente abbandonati dai proprietari. Senza dimenticare la pericolosità della rotonda all’uscita dei nuovi tunnel di viale Lombardia che ha oggettivi problemi di eccessiva velocità e cattiva visuale.

Per i dossi anti-velocità in via Stradella e via Tagliamento e per la zona a traffico limitato notturno è meglio continuare ad usare il condizionale, visto che i tempi, almeno nel primo caso, non dipendono soltanto dalla volontà del Comune di Monza. “Per i dossi c’è un bando di gara da 100mila euro, approvato in Giunta, che sta andando avanti – afferma Federico Arena, assessore di Piazza Trento e Trieste alla Sicurezza, Mobilità, Viabilità e Polizia locale – la procedura dovrebbe concludersi entro un paio di mesi. Più o meno nello stesso tempo potrebbe arrivare a compimento anche la zona a traffico limitato notturno alla Boscherona, un progetto, non collegato al bando dei dossi, che servirà ad impedire il via vai di persone, in alcune fasce orarie, spesso dovuto ad attività illecite come droga e prostituzione”.

Prima dei due interventi già in programma, però, sarà probabilmente inserito in agenda un incontro tra il Comune di Monza e i residenti del quartiere, riuniti nel Comitato “Boscherona &c che, dopo aver avuto tra settembre e novembre del 2017 più confronti diretti e sopralluoghi con l’assessore Arena e Simone Villa, vicesindaco e Assessore ai Lavori pubblici, alle Strade, al Verde e alle piccole cose (vedi l’articolo), attendono da settimane di essere nuovamente convocati.

“Siamo stati impegnati a reperire le risorse necessarie per i numerosi interventi previsti, anche perché alcuni sono specifici, altri più onerosi ed altri ancora da inserire in appalti pubblici – spiega Villa – a breve, comunque, faremo un nuovo sopralluogo con l’assessore Arena per incontrare il Comitato e fare il punto della situazione. La nostra attenzione sulla Boscherona è alta e costante – continua il vicesindaco – i residenti della zona, però, devono anche capire, con franchezza, che il panorama di situazioni delicate a Monza è ampio e l’amministrazione deve occuparsi delle diverse esigenze di tutti”.

Nel futuro della Boscherona, quindi, sono in programma altre novità. Perché, come una rondine non fa primavera, così non bastano certamente i dossi anti-velocità e la zona a traffico limitato notturno per la completa riqualificazione di un’area, da tempo afflitta da elementi  di degrado e disturbo.

Nell’ultimo periodo, tra l’altro, la situazione si sta ulteriormente aggravando. Con il sempre più frequente sversamento abusivo di materiale vario in diversi punti della Boscherona. “Ormai da settimane e in vari angoli la nostra zona viene utilizzata come discarica – afferma Roberto Civati, residente in via Tagliamento ed autore di una segnalazione ufficiale e documentata al Comune di Monza e agli assessori nei giorni scorsi – tutto ciò va ad aumentare i già tanti problemi esistenti nel nostro quartiere”.

Su questo punto il Comune sembra pronto a fare la sua parte. “Lo sversamento abusivo di materiale avviene a macchia di leopardo in varie zone di Monza – sostiene Villa – le telecamere, in alcuni casi, ci hanno permesso di individuare i responsabili, che sono quasi sempre gli stessi. Vorrei, però, fare un appello ai cittadini affinché ci facciano segnalazioni – continua l’assessore– il loro aiuto è fondamentale per consentirci di intervenire in maniera puntuale ed efficace”.

Tra le tante problematiche riguardanti la Boscherona, sia di carattere viabilistico che di sicurezza, presto si dovrebbe intervenire anche per il parco del quartiere, un’area comunale presa d’assalto, soprattutto d’estate, da un numero eccessivo di persone in proporzione alla sua estensione e alla scarsità strutture e servizi igienici.

“In breve tempo attueremo il ripristino delle strutture del parco della Boscherona – annuncia Villa – in particolare realizzeremo i servizi anche per i disabili”. Intanto negli ultimi mesi continua l’attività di monitoraggio del territorio in quest’area nella parte nord di Monza. “La Polizia locale è presente costantemente ed effettua quasi tutti i giorni sequestri di patenti e veicoli, allontanamento di individui sospetti, spesso nomadi” afferma l’assessore Arena. Il fermento alla Boscherona, insomma, non manca. Basterà per far arrivare, non soltanto in calendario, l’estate dopo la primavera?