19 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, Tari più alta per gli immobili che ospitano richiedenti asilo

Monza, Tari più alta per gli immobili che ospitano richiedenti asilo

28 Febbraio 2018

Tari più alta per gli immobili che ospitano profughi. La giunta municipale guidata da Dario Allevi ha deciso di mettere in calendario la discussione di una delibera in virtù della quale gli alloggi o le case dove sono ospitati richiedenti asilo subiranno un ritocco verso l’alto della tassa sui rifiuti. La decisione di avviare una discussione di giunta su questo punto è nata da un ordine del giorno presentato dalla Lega, che dovrebbe assumere forma e sostanza di delibera entro la Primavera.

“La logica di questo provvedimento è molto semplice – ha spiegato il sindaco -. I richiedenti asilo normalmente vivono in numero elevato in appartamenti di dimensioni ridotte”. In sostanza, l’obiettivo di Allevi dell’amministrazione comunale è di partire proprio dai profughi per iniziare a introdurre una tariffazione commisurata all’effettiva produzione di rifiuti.

Il meccanismo della Tari, tuttavia, non prevede un aumento vero e proprio. In altre parole, la tassa non subirà un aumento in percentuale, ma gli immobili che ospitano profughi saranno inseriti nella categoria D06, una delle fasce più alte, relativa ai nuclei familiari con sei persone. Nei prossimi giorni l’amministrazione farà partire un monitoraggio degli immobili che ospitano richiedenti asilo, che attualemente in città sono circa 450.

Foto archivio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi