Attualità

Monza, in manette il 76enne che ha tentato il suicidio

L'uomo, operato d'urgenza al San Gerardo, è stato dichiarato fuori pericolo ed è ora piantonato dai carabinieri

carabinieri-via-quintino-sella-04-mb

È stato arrestato per sequestro di persona aggravato il 76enne che venerdì 16 febbraio si è sparato nell’abitazione dell’ex moglie in via Quintino Sella a Monza. L’uomo, sottoposto a intervento chirurgico nel reparto di Chirurgia al San Gerardo di Monza, è fuori pericolo di vita ed è ora piantonato dai carabinieri.

L’operazione ha permesso di estrarre il proiettile che l’uomo si era sparato vicino al cuore al culmine di un’aggressione alla sua ex, sventata dai carabinieri prima che fosse troppo tardi.

Il 76enne si è presentato nella mattinata di venerdì a casa dell’ex armato di pistola. Salito al quarto piano del palazzo, ha chiuso in casa sotto la minaccia dell’arma la donna di 58 anni e un’amica ospite di 21. Le urla hanno subito destato l’attenzione dei vicini, che hanno allertato i carabinieri.

Giunti sul posto, i militari hanno tentato di risolvere la situazione cercando la via diplomatica, tentando di convincere l’uomo a farli entrare, senza però riuscirci. Dopo poco hanno allora deciso di fare irruzione, sfondando la porta e mettendo in salvo le due donne: il 76enne, allora, corso in camera, si è sparato un colpo di pistola tentando il suicidio.

Portato d’urgenza al San Gerardo, è stato sottoposto a un intervento chirurgico che gli ha salvato la vita: è stato dichiarato fuori pericolo nel pomeriggio. Sotto choc, ma salve e illese le due donne.

 

Più informazioni