22 Maggio 2019 Segnala una notizia
Lissone: il sindaco incontra i profughi: “Conoscere per vincere l'indifferenza"

Lissone: il sindaco incontra i profughi: “Conoscere per vincere l’indifferenza”

28 Febbraio 2018

Il sindaco di Lissone ha incontrati alcuni dei 90 profughi ospitati in città negli appartamenti del centro sociale “Bottielli” e dell’oratorio “San Luigi”. E’ stata una visita istituzionale, un’occasione di confronto organizzata in collaborazione fra amministrazione comunale e cooperative sociali, al fine di comprendere ancor meglio i progetti di integrazione in essere e individuare barriere sociali da affrontare.

In accordo con RTI Bonvena, Cooperativa Ubuntu e Cooperativa Intesa Sociale – i tre differenti organismi che a livello locale si occupano di accoglienza e di integrazione – la visita del primo cittadino Concetta Monguzzi e dell’assessore alla Persona Anna Maria Mariani, ha avuto oltre allo scopo della conoscenza, quello di monitorare il contesto nell’ottica di risolvere e migliorare problematiche legate alla convivenza ed all’uso corretto degli spazi comuni.

Post incontro il primo cittadino Concetta Monguzzi ha voluto raccontare ai microfoni di MBNews con una video intervista l’esperienza vissuta. “Conoscere per vincere l’indifferenza, incontrare per superare le barriere, entrare nelle case in cui a Lissone sono ospitati i richiedenti asilo ha aperto un mondo. Ho accolto l’invito delle Cooperative ed stata l’occasione per andare oltre l’apparenza. Ho incontrato persone e non numeri. Ho ascoltato storie e sogni. Ho trovato labbra chiuse, occhi umidi e sguardi bassi quando ho chiesto loro di raccontarmi della traversata che dal Continente africano li ha portati nel Sud Italia. Ho immaginato più che ascoltato. Ciascuno di loro, mi ha raccontato qualcosa di sé, tutti lavoro studiano e inseguono sogni”.

«Ho detto loro che sono inquilini insieme ad altri inquilini, che condividono spazi di vita quotidiana e che le regole di buon vicinato sono molte e importanti. Ho chiesto loro il rispetto delle persone, degli orari, degli spazi comuni e anche se non capiscono ciò che stanno facendo, di seguire le indicazioni».

Il sindaco ha colto l’occasione anche di confrontarsi con i responsabili delle cooperative e per fare il punto della situazione dei disagi segnalati dai lissonesi: «L’accoglienza deve essere diffusa, deve tener conto del contesto, i ragazzi vanno seguiti e controllati e occorre tener conto della sensibilità dei cittadini. Gli abitanti dei condomini e dei cortili mi hanno detto che si trovano come vicini di casa dei ragazzi “in sosta” con cui non riescono a comunicare e non sanno leggere comportamenti. Irrompono nelle vite ordinarie portando paura e scompiglio. Occorre, quindi, trovare il modo perché i ragazzi terminino il loro percorso di accertamento senza far pesare questo lungo “stato di attesa” sui cittadini».

Per il futuro? «Da qui in avanti per migliorare la situazione oltre che ad una maggiore vicinanza da parte delle cooperative nei confronti dei ragazzi, mi aspetto che vengano rispettati i protocolli stesi con la prefettura sia nel numero sia nelle modalità di gestione. Credo che l’accoglienza debba essere ben distribuita sul territorio nazionale, non voglio che sia concentrati tanti in un unico luogo, ma anzi pochi nuclei in molti posti e sopratutto che il numero non si alzi rispetto a quello concordato, perché l’accoglienza non deve essere acritica, ma anzi la critica ci deve essere in maniera costruttiva».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Nicolò Calcagno
Nicolò Calcagno 27 anni, Alessandrino ma Brianzolo d’adozione. Liceo scientifico, studi umanistici. Amo la comunicazione e il giornalismo. Ho lavorato per Radio MilanInter, Radio Alex, Telelombardia, Official Made in Italy e Premium Sport. Attualmente collaboro con la redazione sportiva di Mediaset e racconto per MBNews tutto quello che succede a Desio e Lissone.


Articoli più letti di oggi

Monza, trans sfonda il cranio di un “collega” con il tacco della sua scarpa

In manette un transessuale brasiliano di 42 anni, che dopo il tentato omicidio si è tradito inviando un messaggio vocale a un amico

Tamponamento a quattro sulla Milano-Meda: Suv finisce sopra un’auto

Nessuno dei conducenti è rimasto ferito in maniera grave, mentre gravi sono le ripercussioni sul traffico

Freddo di primavera. Asili al freddo e bambini malati. Condomini al gelo

Scuole di Vimercate al gelo, condomini a Monza e Lissone con temperature ben al di sotto dei 20 gradi. Molte le persone che si sono mobilitate. Negli istituti per l'infanzia sono stati riaccesi i caloriferi, diverso lo scenario nei condomini.

Da Monza e da Seregno la solidarietà alla professoressa sospesa

La prof.ssa Rosa Maria Dell'Aria è stata sospesa per "omissione di vigilanza" sui suoi studenti. Molti studenti e docenti brianzoli non sono d'accordo. Il racconto dallo Zucchi di Monza e dal Parini di Seregno.

Monza, 22enne morto sulla SS36: investitore positivo all’alcool test

Si tratta di un seregnese di 35 anni, accusato di omicidio stradale aggravato dalla guida in stato di ebbrezza