17 agosto 2018 Segnala una notizia
Frode: arrestato il gestore di alcune cooperative con sede in Brianza

Frode: arrestato il gestore di alcune cooperative con sede in Brianza

13 febbraio 2018

La Guardia di Finanza di Varese, unitamente alla Squadra Mobile di Milano, ha arrestato il tramite di alcune cooperative con sede tra le province di Milano, Monza, Bergamo, Lecco e Napoli, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Milano Giulio Fontanesi, su richiesta dei pm Ilda Boccasini e Paolo Storari della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, per emissione di false fatturazioni e concorso in bancarotta fraudolenta.

Sequestrate anche dieci società e 153 mila euro. Stando alle indagini, scaturite dall’operazione “Security” del maggio scorso, A.P., originario del napoletano residente a Lecco, tramite alcune cooperative intestate a prestanome con sede in varie province lombarde, avrebbe emesso fatture per operazioni inesistenti per 2,5 milioni di euro a favore del gruppo criminale di origine pugliese (oggetto della prima tranche di inchiesta sfociata in 22 arresti la scorsa estate), tra il 2015 e il 2017, trattenendo per se il 6%.

In seguito del fallimento di una delle cooperative che avrebbe ricevuto alcune fatture per operazioni inesistenti, a P. è stata contestata anche l’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta. Indagata anche una commercialista bergamasca, accusata di aver gestito due cooperative riconducibili a P., alle quali sarebbero arrivate fatture per operazioni inesistenti per 2,7 milioni di euro tra il 2015 e il 2017.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi

Aggredisce la moglie e le strappa il figlio neonato: paura in via Marsala

Nonostante l'arrivo della Polizia, l'uomo non voleva saperne di lasciare il bambino: solo dopo diversi tentativi si è arreso, liberandolo. Denunciato per maltrattamenti in famiglia

Pedemontana, migliaia di solleciti in arrivo per il mancato pagamento del pedaggio

L'associazione Hq Monza segnala le incongruenze di un sistema interamente on line che non facilita il saldo da parte dei pendolari

Seregno. Il sindaco Rossi abbellisce le scuole e dà lavoro a due imbianchini

Il progetto prevedeva l'imbiancatura delle sale comunali. Il sindaco ha deciso di partire però dalle scuole dando al Comune anche un importante ruolo sociale

Ospedali lontani e depotenziati? Le ASST di Monza e Vimercate replicano ai sindaci

Mentre i primi cittadini brianzoli segnalano disagi per i pazienti cronici e fragili, le direzioni sanitarie controbattono: "Messe in campo forze per migliorare l’assistenza ai cittadini"

Milano non basta, anche Monza e Brianza vuole il Gay Pride

Il gruppo ha un duplice obiettivo: organizzare una festa dei diritti per il 2019 e costruire una Brianza che possa essere più attenta alle differenze.