20 Settembre 2019 Segnala una notizia
Einstein di Vimercate: 150 iscrizioni in più, il liceo artistico si farà

Einstein di Vimercate: 150 iscrizioni in più, il liceo artistico si farà

12 Febbraio 2018

Ben 150 iscrizioni in più e il Liceo Artistico si farà. Si sono chiuse lo scorso 6 febbraio le iscrizioni per l’anno scolastico 2018/2019 all’ IIS Albert Einstein di Vimercate.

Tante le novità previste, tral’apertura del Liceo artistico e l’avvio dei potenziamenti sportivo, linguistico e tecnologico.

«Un risultato al di là di ogni aspettativa – ha commentato Antonella Limonta, la dirigente scolastica – Abbiamo intercettato e dato una risposta ai bisogni dell’utenza del nostro territorio: il Liceo Artistico è un indirizzo da sempre assente dal vimercatese, da subito siamo stati convinti che ci fossero le condizioni per istituirlo, i genitori ci hanno creduto e grazie a questo riusciremo ad avviarlo».

Il Liceo Artistico partirà nell’anno 2018-2019 con un biennio dedicato allo studio dell’arte, alle discipline grafiche e artistiche. Tutto, però, sarà orientato alla modernità: gli indirizzi possibili, infatti, tra cui scegliere una volta completato il biennio saranno Grafica, Audiovisivo e MultimediaDesign

La dirigente analizza poi le ragioni del successo e della fiducia dei genitori nell’istituto: «La nostra è una scuola che accoglie, ascolta, incentiva la partecipazione di genitori e studenti. È una scuola che si confronta con le Aziende e i portatori di interesse del territorio per migliorare costantemente la propria offerta formativa. Da anni lavoriamo per creare le condizioni per accogliere al meglio la generazione definita di “nativi digitali”: abbiamo attrezzato le aule in modo multimediale, rinnovato le strumentazioni di laboratorio, creato le aule 3.0, fornito tablet a intere classi perché possano lavorare utilizzando gli strumenti a loro più congeniali. Contemporaneamente, abbiamo innovato le metodologie didattiche, organizzando diversamente la classe e attivando direttamente i ragazzi nel loro processo di apprendimento, perché la passività non favorisce la conoscenza».

Parole positive anche per l’Omnicomprensivo in generale: «Questo aumento considerevole di iscrizioni ci dice che finalmente il Centro scolastico non fa più paura ai genitori – è sicura Limonta – Soprattutto non fa paura laddove si coglie una linea di rigore nella gestione delle scuole, laddove si dà una risposta concreta al legittimo bisogno che i ragazzi passino la giornata in un ambiente sicuro, dove si agisce con fermezza per chiedere il rispetto delle regole e dell’ambiente scolastico, perché il rigore collettivo è protezione dei gruppi e dei singoli, in modo particolare dei più fragili, a volte attratti da comportamenti potenzialmente pericolosi».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

Agrate Brianza, camion si ribalta in A4: traffico in tilt

L'incidente intorno alle 7 di venerdì 20 settembre: il camion ha occupato di traverso due corsie, causando code e rallentamenti

Desio, 32enne precipita dall’ecomostro di via Volta: gravissima

Ancora in corso la ricostruzione di quanto accaduto, che riporta alla luce la questione relativa alla sicurezza dell'area

Monza, il Comitato Verga inaugura il primo Giardino della Sport Therapy in Italia

Questa palestra all'aria aperta, realizzata grazie ad un concorso di progettazione green e ad una molteplicità di soggetti, aiuterà i piccoli malati a guarire prima e con minori conseguenze psico-fisiche.

Consumo di suolo, la Brianza in pole. Lissone tra i peggiori d’Italia

Il consumo di suolo in Italia nel 2018 non si è arrestato, anzi. E la provincia di Monza e Brianza rimane la pecora nera nel nostro paese. Ecco i nuovi dati del rapporto Ispra 2019.

Si ferma per prestare soccorso e viene minacciato con un coltello

Brutta esperienza per un uomo di passaggio ad Arcore, nella notte tra giovedì 19 e venerdì 20 settembre