16 Giugno 2021 Segnala una notizia
Convegno: stop alla tratta di esseri umani. Cisl di Monza in prima linea

Convegno: stop alla tratta di esseri umani. Cisl di Monza in prima linea

12 Febbraio 2018
Sono passati più di 150 anni da quando, nel 1865, Abraham Lincoln firmò per l’abolizione ufficiale dello schiavismo negli Stati Uniti. Con quest’atto finì la tratta che, stando a stime storiche della BBC e dell’Enciclopedia Britannica, sfruttò oltre 10 milioni di africani in 400 anni.
Nel 2016 sono stati stimate oltre 40 milioni di persone in condizione di schiavitù, a seguito delle ricerche condotte dal Global Slavery Index e dall’ International Labour Organization.
Più di 21 mila sono le vittime di tratta in Italia– di cui quasi 2000 minori – soggette a sfruttamento sessuale e lavorativo o ad altre forme di sfruttamento quali l’accattonaggio e le economie illegali. Questi i dati ricavati da Save The Children, sulla base degli assistiti, dal 2000 al 2012, nell’ambito dei progetti ex art. 18 D.lgs 286/98.
Sul tema della tratta di esseri umani in Italia, la Cisl Monza Brianza Lecco propone, venerdì 16 febbraio, dalle 9.30 alle 13, una mattinata presso l’Urban Center di Monza
L’introduzione sarà a cura di Rita Pavan, segretaria generale Cisl Monza Brianza Lecco. Interverranno poi Don Virginio Colmegna della Fondazione Casa della Carità, Tiziana Bianchini della Cooperativa Lotta contro l’emarginazione, Gemma Beretta dell’Associazione Natur& Onlus, Liliana Ocmin della Cisl Nazionale e Claudio Aresi, fotografo e autore del video SP40, dedicato alle ragazze nigeriane costrette a prostituirsi su quella Strada Provinciale. 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi