15 Giugno 2021 Segnala una notizia
Carrarese-Monza 1-0. Attacco sterile con "papera" del portiere

Carrarese-Monza 1-0. Attacco sterile con “papera” del portiere

5 Febbraio 2018

Seconda trasferta del 2018 per il Monza e seconda sconfitta, anche stavolta maturata in Toscana, regione che storicamente ha quasi sempre riservato amarezze per la compagine brianzola. Sul terreno sintetico dello stadio dei Marmi di Carrara gli azzurri di casa hanno vinto di misura con una rete segnata nel primo tempo, proprio come avevano fatto due settimane prima i nerazzurri del Pisa. E come all’ombra delle Torre pendente i biancorossi nella ripresa hanno combinato poco o nulla per raddrizzare il risultato.

Peccato perché ai piedi delle Alpi Apuane il Monza aveva anche giocato benino nella prima parte di gara, ma le regole del calcio dicono che non vince chi fa il giropalla migliore, ma chi manda la sfera oltre la linea situata tra i due pali della porta avversaria. Cosa che il Monza fa fatica non solo a fare, ma anche a provare a fare.

E così, nonostante la settimana di allenamenti sul sintetico del “Sada”, per abituarsi al fondo carrarese, e nonostante i rinforzi del mercato invernale, la squadra guidata da Marco Zaffaroni è riuscita a far tornare al successo in casa la formazione allenata da Silvio Baldini (ex tecnico di Serie A sulle panchine dell’Empoli, del Parma, del Lecce e del Catania), cosa che non si verificava dallo scorso 26 novembre. E pensare che nella gara di andata il Monza aveva maramaldeggiato: un 4-0 che aveva fatto sperare in una squadra solida ma anche concreta. Con questi 3 punti la Carrarese arriva a quota 32 punti, solo 1 in meno della squadra biancorossa.

A parziale attenuante per Zaffaroni il fatto che la rete di Coralli è arrivata con la complicità del portiere Liverani, “impaperatosi” sul tiro del centravanti toscano, e che al tecnico di Gerenzano mancavano per infortunio Origlio, Cori (unico “ex” della contesa) e D’Errico. Al posto del centravanti ha giocato ancora Mendicino, mentre il laterale sinistro offensivo è stato rimpiazzato da Giudici, spostato di fascia e sostituito a sua volta dal difensore Carissoni. Tutti si aspettavano l’esordio dal 1’ o di Padula o di Tomaselli ma sono rimasti delusi.

I brianzoli hanno così affrontato i marmiferi di Baldini, che possono vantare in rosa numerosi giocatori di categoria e ben due elementi con importanti trascorsi nella massima serie: Francesco “Ciccio” Tavano, attaccante ex dell’Empoli, del Valencia, della Roma e del Livorno, e Marco Marchionni, anche oggi in panchina come all’andata, centrocampista ex dell’Empoli, del Parma, del Piacenza, della Juventus, della Fiorentina e della Sampdoria e pure della Nazionale.

La cronaca: al 6’ Mendicino approfitta di un’indecisione di Benedini, conquista palla e di destro costringe l’esordiente portiere Borra alla deviazione in corner. Al 21’ un sinistro di Guidetti da fuori area passa alto di poco. Al 25’ Bentivegna lancia lungo per Ricci, che fa sponda di piede per Coralli: il “bomber” degli apuani non arriva d’un soffio alla deviazione a rete. Al 31’ un sinistro dal limite di Guidetti si perde a lato. 1’ dopo Trainotti salva in scivolata la botta a colpo sicuro di Tavano. Al 34’ Biasci fa sponda di testa per Ricci che da posizione impossibile manda sull’esterno della rete. Al 40’ arriva però la rete della vittoria azzurra: Biasci, spalle alle porta, serve il pallone indietro per Coralli che dal limite calcia centralmente, ma Liverani fa la frittata deviando la sfera alle sue spalle.

 

La ripresa dovrebbe vedere un Monza arrembante, ma i biancorossi evidenziano le solite difficoltà a trovare spunti negli ultimi 25 metri. Al 13’ Zaffaroni prova a inserire Ponsat per Cogliati. Pochi secondi dopo Guidetti batte velocemente un calcio di punizione sulla tre quarti per Mendicino che a tu per tu col portiere gli tira addosso. È la più ghiotta opportunità della partita da parte dei brianzoli e viene sprecata. Al 18’ un sinistro di Tavano al volo schizza a lato. Al 20’, su corner di Guidetti, Rosaia appostato sul primo palo quasi commette autorete. Al 27’ si assiste a un batti e ribatti senza esito positivo per il Monza in area carrarese. Al 33’ un pregevole colpo di tacco di Cais libera Piscopo al tiro, ma il destro da buona posizione finisce a lato. Padula fa il suo esordio per Carissoni e Palesi rileva Galli, ma il Monza pressa senza mordere. Nel finale Negro sostituisce Trainotti e anche Forte esordisce per Mendicino. Però è la Carrarese ad andare vicina al gol con Piscopo che fa tremare la traversa al 48’.

 

In sala stampa Zaffaroni ha ripetuto il solito “refrain”: “Abbiamo giocato una buona partita, creato tante opportunità, attaccato tanto, ma non siamo riusciti a far gol. È questo il grande cruccio che abbiamo. C’è rammarico, però bisogna continuare a giocare cosi. Più andremo avanti in campionato e più maturità dovremo avere per non perdere partite come questa. Dovremo essere più concreti”. Magari a partire già da domenica prossima, quando alle ore 14.30 il Monza ospiterà al Brianteo l’Arzachena.

 

CARRARESE-MONZA 1-0 (1-0)

CARRARESE (4-2-3-1): Borra; Rosaia, Ricci, Benedini, Possenti; Tentoni, Agyei; Bentivegna (21’ s.t. Vassallo), Biasci (6’ s.t. Piscopo), Tavano (31’ s.t. Tortori); Coralli (31’ s.t. Cais). A disp.: Lagomarsini, Vitturini, Baraye, Benedetti, Andrei, Cardoselli, Marchionni, Murolo. All.: Baldini.

MONZA (4-4-2): Liverani; Trainotti (43’ s.t. Negro), Caverzasi, Riva, Tentardini; Carissoni (34’ s.t. Padula), Guidetti, Galli (34’ s.t. Palesi), Giudici; Cogliati (13’ s.t. Ponsat), Mendicino (43’ s.t. Forte). A disp.: Del Frate, Adorni, Romanò, Perini, Tomaselli. All.: Zaffaroni.

ARBITRO: Rutella di Enna.

MARCATORI: 40′ p.t. Coralli.

NOTE: calci d’angolo 3-4; ammoniti Vassallo, Guidetti e Mendicino; recupero 2’ e 4′; spettatori circa 1200.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi