17 Giugno 2021 Segnala una notizia
Accusato di aver stuprato una 17 enne a Desio, condannato a 7 anni

Accusato di aver stuprato una 17 enne a Desio, condannato a 7 anni

28 Febbraio 2018

E’ stato arrestato lo scorso agosto con l’accusa di aver stuprato una ragazzina di 17 anni all’interno della struttura abbandonata dell’ex Palazzo del Mobile di Desio. Processato in abbreviato è stato condannato a sette anni di carcere.

A deciderlo il Tribubale di Monza, due giorni fa. Il 22 enne, egiziano irregolare in Italia e vari precedenti, era stato stanato da un’indagine dei carabinieri.

La vittima di stupro aveva conosciuto il suo aguzzino in Stazione a Monza, mentre il 22 enne era con altri tre suoi amici. Con una scusa il gruppetto aveva attaccato bottone e convinto la 17 enne ad andare con loro a visitare la struttura che avevano trasformato in abitazione e luogo dove trascorrere insieme i pomeriggi. Lei, ingenuamente, aveva acconsentito.

Una volta arrivati nell’ex Palazzo del Mobile però, sempre con una scusa a quanto sostenuto dall’accusa, il giovane era riuscito a rimanere solo con l’adolescente e l’aveva violentata. Approfittando di un suo attimo di distrazione la 17 enne era riuscita a fuggire, chiedendo aiuto. Assistita dalla madre, la ragazzina ha trovato il coraggio di raccontare quanto accaduto, facendo partire la denuncia e le indagini. Il 22 enne aveva anche cercato di evitare l’arresto rifiutandosi di dare le proprie generalità ai carabinieri, ma inutilmente. Si trova ora in carcere a Monza.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi