22 maggio 2018 Segnala una notizia
Monza, torna l'emergenza clochard alla biblioteca San Gerardo

Monza, torna l’emergenza clochard alla biblioteca San Gerardo

14 febbraio 2018

La biblioteca San Gerardo nuovamente assediata da clochard e senza tetto. La decisione del Comune di Monza di sospendere l’accordo con l’associazione di volontariato “Good Guys” che nel 2017 si era preoccupata di garantire un presidio fisso all’interno dei locali di via Lecco, ha fatto riesplodere l’emergenza sbandati, che proprio nella biblioteca San Gerardo hanno trovato un posto dove bivaccare durante le fredde giornate d’inverno o rinfrescarsi durante le calde giornate estive.

Un problema che sta degenerando e che è sbarcato anche in Consiglio comunale con un’interrogazione presentata dal consigliere comunale di Forza Italia, Sandra Onofri. La presenza di senzatetto ed extracomunitari nella biblioteca San Gerardo non è un problema recente, risale ad almeno cinque anni fa.

Già poco dopo l’inaugurazione, la loro presenza era diventata una costante, agevolata dall’esistenza a poche decine di metri dell’asilo notturno e col passare degli anni, stante la sostanziale acquiescenza all’amministrazione comunale, la loro presenza è diventata via via più numerosa e arrogante: c’è chi dorme stravaccato sulle poltrone, russando fra l’altro come un treno, chi si lava nelle toilette, chi mangia ai tavoli riservati alla consultazione e chi approfitta per scroccare una connessione wifi gratis. Anzi, approfittava dal momento che pochi mesi fa proprio per non sovraccaricare il wifi, la direzione ha deciso di contingentarne la connessione vincolandola anche al rilascio di una password.

La biblioteca di San Gerardo, fra l’altro una delle più moderna di tutta la città, frutto di una recente ristrutturazione costata quattro milioni di euro, è frequentata da studenti universitari, ma anche da pensionati e bambini. In alcuni locali attigui si tengono corsi organizzati dal Comune o incontri indetti dalle associazioni del territorio.

Per tutto il quartiere è un punto di riferimento, ma adesso in molti hanno iniziato a disertarla. Oltre a una sala studio, alla zona riservata agli scaffali e all’area quotidiani, la struttura è dotata anche di una sala riservata ai più piccoli e di un settore dedicato a cd e dvd. “Oramai la biblioteca San Gerardo sta vivendo una situazione di emergenza conclamata – spiega il consigliere azzurro Onofri -. Mi chiedo se l’amministrazione abbia un piano ben preciso per il futuro dal momento che l’accordo coi volontari non è stato rinnovato”.

La risposta dell’assessore ai Servizi alla persona, Pierfranco Maffé, è arrivata a stretto giro di posta: “L’accordo non è stato rinnovato per una questione economica – spiega l’assessore ai Servizi alla persona, Pierfranco Maffé -. Tre mila euro al mese ci sono parsi un po’ troppi, tanto più che non coprivano nemmeno l’intera giornata. Comunque, abbiamo in programma un incontro per ridiscutere i termini dell’accordo e stiamo pianificando con la polizia locale dei controlli periodici”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Finanza maxi operazione: in carcere l’imprenditore Malaspina e l’ex magistrato Perillo

Scoperte dalla GDF fatture per operazioni inesistenti per un ammontare di circa 95 milioni di euro, con distrazioni patrimoniali per un valore di 234 milioni di euro.

Guardia di Finanza, tangenti e riciclaggio: 21 arrestati (anche un noto imprenditore)

Arrestato Giuseppe Malaspina accusato di aver emesso fatture per operazioni inesistenti per un ammontare di circa 95 milioni di euro.

Monza, 15enne accoltellata all’addome al Parco: non è in pericolo di vita

La vicenda si è consumata nel pomeriggio di domenica 20 maggio. Alcuni passanti hanno soccorso l'adolescente dando l'allarme. Indagini in corso

Monza, fermato il topo d’auto di via Mosè Bianchi

Inoltre il topo d'auto è stato denunciato per ricettazione, essendo stato trovato in possesso di una bici della Società  "Bike Sharing OFO" di Milano.

“Sistema Malaspina”, pronto a distruggere le prove con una ruspa

Un meccanismo intricato, fatto di fatture per operazioni inesistenti, scritture private, verbali, documentazioni e perizie, tutto finto e quasi fatto sparire