15 Agosto 2020 Segnala una notizia
Monza, dopo la bocciatura rispunta la proposta delle "stanze salvavita"

Monza, dopo la bocciatura rispunta la proposta delle “stanze salvavita”

17 Gennaio 2018

Avanzata e bocciata dal consiglio nell’ottobre del 2016, dopo meno di due anni la proposta di istituire a Monza le “stanze salvavita” torna a fare capolino nell’aula del palazzo di piazza Trento e Trieste. Chi l’ha dura la vince? Presto per dirlo, fatto sta che il consigliere di Civicamente Monza, Paolo Piffer, non lascia anzi raddoppia. 

Nel corso del consiglio comunale tenutosi ieri, lunedì 15 gennaio, Piffer ha infatti annunciato all’aula la sua intenzione a ripresentare la mozione affinché possano essere creati dei luoghi protetti dove poter assumere sostanze stupefacenti. 

“Sale del buco”, così in tanti le chiamano: una iniziativa che prima della città di Teodolinda è approdata a Palazzo Marino, a Milano. «Non è un incentivo a drogarsi, anzi, ma un tentativo concreto di limitare i danni. Creando le sale salvavita è possibile intercettare le persone che vivono questi disagi e non circoscrivere la libertà del resto dei cittadini – ha spiegato all’aula Piffer – Questo servirebbe a togliere dalla strada i tossicodipendenti, recuperare le siringhe abbandonate, e ridare decoro ad alcune zone della città. Con la nostra mozione invitiamo l’amministrazione a richiedere le autorizzazione al Governo e alla Regione».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi

Rientri dall’estero: nessun isolamento ma rigoroso rispetto norme igienico sanitarie

Nessun isolamento fiduciario per chi rientra da Spagna, Croazia, Grecia e Malta ma l'adozione rigorosa delle misure igienico sanitarie previste già dal Dpcm del 7 agosto 2020.

Lombardia: 97 positivi e 258 tra guariti e dimessi

Aumentano guariti e dimessi (+258), a Cremona, Lodi e Sondrio 1 solo contagio.

Cesano. Un consigliere usa l’espressione ‘buon padre di famiglia’, Spadafora: “frase sessista”

Seppur normata, la frase in questione ha creato qualche polemica tra Lega e PD

Ospedale di Vimercate, chirurgia “su misura” a Ginecologia

Il modello consente non pochi benefici per la donna che si sottopone ad intervento, ma anche per la stessa organizzazione sanitaria dell’Ospedale.

Mezzago, completata la ciclopedonale di collegamento con il Parco P.A.N.E.

Si sono conclusi i lavori di realizzazione della pista ciclopedonale di collegamento fra Mezzago e la rete sentieristica del Parco Agricolo Nord Est.