19 Marzo 2019 Segnala una notizia
Monza, dopo la bocciatura rispunta la proposta delle "stanze salvavita"

Monza, dopo la bocciatura rispunta la proposta delle “stanze salvavita”

17 Gennaio 2018

Avanzata e bocciata dal consiglio nell’ottobre del 2016, dopo meno di due anni la proposta di istituire a Monza le “stanze salvavita” torna a fare capolino nell’aula del palazzo di piazza Trento e Trieste. Chi l’ha dura la vince? Presto per dirlo, fatto sta che il consigliere di Civicamente Monza, Paolo Piffer, non lascia anzi raddoppia. 

Nel corso del consiglio comunale tenutosi ieri, lunedì 15 gennaio, Piffer ha infatti annunciato all’aula la sua intenzione a ripresentare la mozione affinché possano essere creati dei luoghi protetti dove poter assumere sostanze stupefacenti. 

“Sale del buco”, così in tanti le chiamano: una iniziativa che prima della città di Teodolinda è approdata a Palazzo Marino, a Milano. «Non è un incentivo a drogarsi, anzi, ma un tentativo concreto di limitare i danni. Creando le sale salvavita è possibile intercettare le persone che vivono questi disagi e non circoscrivere la libertà del resto dei cittadini – ha spiegato all’aula Piffer – Questo servirebbe a togliere dalla strada i tossicodipendenti, recuperare le siringhe abbandonate, e ridare decoro ad alcune zone della città. Con la nostra mozione invitiamo l’amministrazione a richiedere le autorizzazione al Governo e alla Regione».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi

Polizia di Stato, Angelo Re promosso: “Monza e l’azione mi mancheranno”

Sempre in prima linea, in strada con i suoi uomini, “per dare il buon esempio”. Intervista al dottor Angelo Re, promosso al grado di Dirigente Superiore

Busnago, cucciolo attaccato e dilaniato da un cane libero nel pratone

Cucciolo di yorkshire sbranato da un labrador liberatosi dalla presa del guinzaglio in un prato a Busnago: la rabbia del padrone.

Pordenone-Monza 1-1: D’Errico recupera il risultato ma poi spreca

I biancorossi, sotto 1-0, chiudono il primo tempo in parità grazie alla rete di D'Errico. Nel secondo tempo il capitano spreca il rigore del possibile 1-2.

Bancarelle di Monza e Brianza: a Lissone domenica 31 marzo

Appuntamento in via Santuario e in via Luini con orario continuato dalle ore 9,00 alle ore 19,00.

San Gerardo: nuovi percorsi di presa in carico per epatite C e tumori gastro-enterici

Nuovi interessanti prospettive si aprono per i pazienti affetti da epatite C e forme neoplastiche gastro enteriche: due modelli di presa in carico che vedono la collaborazione stretta tra medico ospedaliero e medico di famiglia.