19 Giugno 2021 Segnala una notizia
Claudio Manzini, tribunale revoca i domiciliari

Claudio Manzini, tribunale revoca i domiciliari

11 Gennaio 2018

Il Tribunale di Monza ha accolto la richiesta di revoca della misura cautelare ai domiciliari di Claudio Manzini, noto chirurgo ortopedico monzese finito al centro di una maxi inchiesta della Procura di Monza su presunte tangenti connesse all’utilizzo di protesi ortopediche “Ceraver” in Lombardia.  La conferma arriva dal suo avvocato Lucilla Tassi, difensore del chirurgo insieme al collega Claudio Schiaffino, la quale ha precisato che “gli Istituti Clinici Zucchi hanno già presentato una disponibilità per la ripresa dell’attività di Manzini in forma privatistica”.

L’inchiesta, coordinata dal Pm Manuela Massenz e per la quale insieme a Manzini erano stati arrestati anche i chirurghi Fabio Bestetti e Marco Valadè del Policlinico di Monza, nonché il responsabile commerciale e il promoter per la Lombardia dell’azienda di protesi Denis Panico e Marco Camnasio, sarebbe in procinto di essere chiusa.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi