16 gennaio 2018 Segnala una notizia
Agrate, 35 sindaci manifestano contro l'aumento del pedaggio

Agrate, 35 sindaci manifestano contro l’aumento del pedaggio

11 gennaio 2018

Trentacinque sindaci con altrettante fasce tricolore si sono ritrovati giovedì 11 gennaio al casello della Tangenziale Est di Agrate per una manifestazione di protesta contro i rincari dei pedaggi, in particolare di quello della barriera agratese, aumentato del 18% dal primo gennaio 2018.

Ma l’aumento del casello non è la sola ragione che ha convinto i sindaci a scendere in strada: si tratta della goccia che ha fatto traboccare il vaso, che però cela una serie di altre problematiche prontamente riportate in un documento condiviso, firmato dai primi cittadini di Brianza, Meratese e Martesana.

LE RICHIESTE

La richiesta più immediata è l’abolizione o la drastica e significativa riduzione dell’aumento del pedaggio introdotto dalla Milano Serravalle ad inizio 2018. “Il 18% è eticamente inaccettabile e comporta una spesa annuale per ciascun pendolare di circa mille euro all’anno” si legge nel documento.

Protesta-sindaci-Agrate-per-aumento-pedaggio-tangenziale-est

I sindaci chiedono poi di togliere il casello della A51 o valutarne lo spostamento nella prima cintura della fascia di Milano, come previsto quando fu realizzato il prolungamento della tangenziale fino al Comune di Usmate Velate; lo spostamento del casello della A4 e la realizzazione dell’interconnessione A4/A51, come previsto dall’accordo di programma siglato da Governo, Regione Lombardia e Provincie nel lontano novembre 2007. Si chiede poi l’accelarazione degli interventi di riqualificazione sulle strade sovracomunali, che tali devono rimanere e non scaricate sulle spalle degli amministratori locali e la sistemazione in tempi rapidi del pericoloso svincolo di acesso alla A51 presente in Usmate Velate con il fine di rendere più sicura e più fluida l’entrata nella A51 dalle provinciali lecchesi Sp342 e Sp55.

Protesta-sindaci-Agrate-per-aumento-pedaggio-tangenziale-est-05

Sul piatto della bilancia anche una serie di richieste che riguardano il trasporto pubblico, prima tra tutte si chiedono nuove energie e risorse per realizzare il prolungamento della MM2 da Cologno nord a Vimercate e interventi significati di potenziamento del trasporto pubblico locale. “Non è accettabile la continua situazione emergenziale in questo settore, in una zona economicamente importantissima per il suo tessuto produttivo aziendale”, conclude il documento.

LE PAROLE DEI SINDACI

Durante la manifestazione, sono intervenuti i sindaci di Agrate Ezio Colombo (PD), di Vimercate Francesco Sarrtini (M5S)e di Concorezzo Riccardo Borgonovo (FI), a rappresentare la trasversalità della protesta. «Questo non è il momento di fare polemica – ha commentato Colombo di Agrate – questo è il momento per noi sindaci di scendere in campo e manifestare per il bene dei nostri territori e dei cittadini»

Anche il sindaco di Carugate, Luca Maggioni, è voluto intervenire a ricordare come la situazione nel suo territorio sia davvero critica, a causa anche dei numerosi automobilisti che per evitare il pagamento del pedaggio, escono o entrano a Carugate.

Il documento preparato dai sindaci verrà ora firmato da tutti e inviato alle istituzioni competenti. Per il momento tutto tace anche da parte della Milano Serravalle.

I SINDACI COIVOLTI

Ecco tutti i Comuni rappresentati: Agrate, Aicurzio, Airuno, Arcore, Bellusco, Bernareggio, Brugherio, Burago Molgora e Busnago. Con loro anche i sindaci di Caponago, Carugate, Cavenago Brianza, Cernusco Lombardone, Concorezzo, Cornate d’Adda, Correzzana, Imbersago, Lesmo, Lomagna, Mezzago, Merate, Missaglia. A questi si aggiungono anche Olgiate Molgora, Ornago, Osnago, Paderno d’Adda, Robbiate, Roncello, Ronco Briantino, Sulbiate, Usmate Velate, Vedano al Lambro, Villasanta e Vimercate.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

“Sei di Meda se…” la polemica sul semaforo finisce male…

Da una semplice discussione su il gruppo facebook, alla querela. Finisce così la vicenda che vede protagonista uno dei tanti gruppi nati sul web e che unisce i cittadini di una stessa città

incrocio via seveso meda ph. sei di meda se

Incidente in Valassina, perde la vita un 48enne di Veduggio

L'uomo stava viaggiando in direzione Lecco quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della sua auto

polizia stradale-tangenziale-mb

Monza-Milano di corsa per essere “eco” e puntuali al lavoro

Il modo più ecosostenibile per andare al lavoro a Milano? Correndo. Questa mattina due atleti del Monza Marathon Team hanno deciso di dare l'esempio.

di corsa pend 02

Monza, siglato accordo per valorizzare Villa Reale e Parco #VIDEO

Investimenti per 55 milioni di euro. Maroni: “queste risorse sono ben spese e dobbiamo continuare su questa strada". Si è parlato anche di Pedemontana.

accordo-parco-vila-by-valle-lambro-4

Liceo quadriennale: Dehon e Bianconi si allineano all’Europa

Tra le prime 100 scuole italiane autorizzate ci sono due Licei monzesi: iscrizioni aperte da gennaio.

dehon-conferenza-liceo-quadriennale-mb