26 Febbraio 2020 Segnala una notizia
Sovico, i parrocchiani fanno sloggiare Babbo Natale dai muri dell'oratorio

Sovico, i parrocchiani fanno sloggiare Babbo Natale dai muri dell’oratorio

12 Dicembre 2017

Babbo Natale e le sue renne sono state fatte rimuovere dai muri dell’oratorio di Sovico perché simboli non religiosi. Gli addobbi natali messi dall’amministrazione comunale locale, che prevedono appunto un gigantesco babbo Natale a bordo di una slitta trainate da una batteria di renne proiettato da un rullo, hanno innescato la protesta di un gruppo di residenti e frequentatori della parrocchia. Protesta che alla fine è sfociata nella richiesta avanzata dalla Parrocchia all’amministrazione di togliere dai muri quei simboli pagani, che così dalla scorsa settimana campeggiano sui muri del vicino palazzo municipale.

“Non c’è stata alcuna polemica – ha spiegato il primo cittadino, Alfredo Colombo -. Ho ricevuto questa richiesta la scorsa settimana fra giovedì e venerdì e ho subito provveduto a soddisfarla. E’ un vero peccato perché l’addobbo è molto bello, a volte servirebbe un filo più di tolleranza”.

Non è la prima volta che Babbo Natale finisce nell’occhio della critica poiché simbolo non religioso, ma consumistico. Babbo Natale è una figura presente in molte culture. Tutte le versioni attuali derivano in un modo o nell’altro da San Nicolò, vescovo di Myra. Il suo look, fatto di un un grosso giubbotto rosso (o anche di di un cappotto) con risvolto di pelo bianco, è frutto di una campagna della Coca cola degli anni Trenta. Originariamente era infatti verde.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi

Agrate, trovata positiva al Coronavirus dipendente di un’azienda

La donna è residente in un Comune della Martesana milanese. 

Coronavirus: bar di Carate Brianza infrange il “coprifuoco” e resta aperto dopo le 18.00

Non rispetta l’orario di chiusura imposto dalle misure anti Covid-19. I Carabinieri chiudono il bar a Carate Brianza.

Lissone shock: dalle sterpaglie spunta il cadavere di un 38enne

Trovato cadavere di un uomo di 38 anni tra le sterpaglie di via Toti in frazione Bareggia di Lissone. Indagini in corso per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Coronavirus: furto al Famila di Nova Milanese? La testimonianza

Almeno secondo i dipendenti del supermercato in via Brodolini. "Non era un anziano e non sappiamo con certezza se abbia realmente rubato. Lo starnuto? Forse c'è stato, forse no: ma non rimandiamo tutto al Coronavirus".

Enpa scrive ad Amazon: rimuovete dal catalogo gli stivaletti antigraffio per gatti

"Il tuo gatto si fa le unghie sui mobili o sui tappeti? Nessun problema: basta chiudere le sue zampe ben strette in appositi cilindri di silicone e così i tuoi arredi saranno al sicuro". ENPA non ci sta, scatta la segnalazione ad Amazon.