20 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, via Asiago, il sindaco annuncia: "Profughi pronti al trasloco"

Monza, via Asiago, il sindaco annuncia: “Profughi pronti al trasloco”

19 Dicembre 2017

Via i profughi da via Asiago. Dopo settimane di trattative sotto traccia l’amministrazione comunale di Monza sembra intenzionata a risolvere una volta per tutte il nodo dei richiedenti asilo in via Asiago. L’annuncio è stato dato lunedì mattina dal sindaco, Dario Allevi, che pur con tutte le cautele del caso ha spiegato di essere moderatamente ottimista per l’esito positivo del trasferimento. Sui tempi c’è tuttavia incertezza. Allevi si è lasciato scappare un “entro Natale” che però sembra essere difficilmente rispettabile.

Molto più probabile invece entro l’anno o comunque entro i primi giorni del nuovo anno. Nel frattempo, il primo cittadino ha annunciato di avere intenzione di mettere fine a un’altra convivenza difficile, quella tra gli studenti della Confalonieri e i corsi per adulti inseriti nella struttura dalla precedente amministrazione. I genitori si sono lamentati più volte di questo situazione. Preoccupati per la condivisione di spazi come i bagni fra adulti e bambini hanno più di una volta sollecitato l’assessore Pierfranco Maffé, che a sua volta ha portato la questione all’attenzione del sindaco. Risultato: Allevi ha dato via libera al trasloco dei corsi per un totale di otto classi, una la mattina, sette il pomeriggio.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi