14 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, la passerella pedonale di viale delle Industrie vede la luce

Monza, la passerella pedonale di viale delle Industrie vede la luce

28 Dicembre 2017

Procedono a piccoli passi i lavori di messa a punto della passerella ciclo pedonale di viale delle Industrie. Dopo una serie interminabile di intoppi e ritardi l’amministrazione comunale ha deliberato il via libera all’intervento per l’installazione dell’impianto di illuminazione nelle zone circostanti la passerella. I lavori sono stati assegnati alla ditta Sole, che è già impegnata per una somma di 100 mila euro a effettuare un intervento di riqualificazione degli impianti su tutto il territorio cittadino. L’operazione di illuminazione dovrebbe essere prodromica all’inaugurazione. Nei giorni scorsi l’amministrazione ha eseguito una serie di opere di carico per testare l’opera del manufatto costato circa 300 mila euro e durato, mese più, mese meno, quattro anni di lavori e polemiche.

L’intervento infatti ha subito diverse modifiche e contestazioni, in modo particolare da parte dei residenti del quartiere Sant’Albino, fra i primi sostenitori della necessità di by passare l’incrocio fra via Salvadori e viale delle Industrie. L’incrocio infatti è stato agli anni teatro di brutti incidenti talvolta anche mortali tanto da far meritare alla rotonda il titolo di “rotonda killer”. Adesso, con il via libera ai lavori di illuminazione, sono iniziate le ultime operazioni complementari prima dell’effettiva apertura della passerella, prevista dall’assessore e vice sindaco, Simone Villa, entro la fine dell’anno.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi