22 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, dal Parco alla metropolitana, Allevi traccia un primo bilancio del suo mandato

Monza, dal Parco alla metropolitana, Allevi traccia un primo bilancio del suo mandato

18 Dicembre 2017

Parco e Villa Reale, metropolitana e lavori di ristrutturazione dell’ex scuola civica Borsa. Nel corso della tradizionale conferenza stampa prima delle feste natalizie, il sindaco Dario Allevi ha tracciato un primo bilancio di questi primi cinque/sei mesi alla guida della città. Il primo cittadino ha toccato tutti i temi principali, senza risparmiare una polemica con l’ex primo cittadino, Roberto Scanagatti, sulla questione I Days e mega concerti nel Parco.

“Questi primi mesi sono stati senza dubbio molto impegnativi ma altrettanto positivi – ha spiegato Allevi -. Credo sia giunto il momento che la città si chieda cosa vuole fare e cosa vuole diventare. Per quanto ci riguarda, l’obiettivo è di riportarla a essere competitiva così come o era fino a qualche anno fa”. La parola d’ordine è dunque apertura totale nei confronti dei quartieri per accogliere istanze e proposte. Il Tavolo per lo sviluppo Scientifico della città voluto dall’assessore all’Urbanistica, Martina Sassoli, è partito proprio in queste ore, ma nei prossimi giorni ciascun assessorato farà altrettanto per aprire un canale di dialogo.

tavolo-sviluppo-scientifico

I temi si cui Allevi ha lavorato con maggiore attenzione in questi primi mesi sono stati quello della metropolitana, progetto sul quale il sindaco è riuscito a inserire la modifica necessaria per portare una fermata nel centro storico, quello dell’Accordo di programma su Parco e Villa Reale, documento che dovrebbe essere firmato ufficialmente il prossimo 16 gennaio, e quello del recupero dell’ex scuola civica Borsa, cosa che oramai sembra a un passo dalla conclusione per quanto riguarda il reperimento del fondi. “Nell’ambito del Patto per la Lombardia Regione ha confermato l’intenzione si stanziare otto milioni di euro su Monza – ha spiegato Allevi -, metà dei quali saranno usati per rimettere in sesto l’ex Borsa”.

Altri temi di primaria importanza sono stati quelli della sicurezza con una imminente riorganizzazione del comando della polizia locale di via Marsala, lo stadio Brianteo con la gara d’appalto per la gestione e il piano di riqualificazione e, infine, la questione mega concerti e la polemica sotto traccia che da alcune settimane sta agitando i rapporti fra giunta e opposizione di centro sinistra. Nei giorni scorsi infatti l’ex sindaco Scanagatti non ha mancato di sottolineare come, dopo la manifestazione I Days, Monza abbia perso anche gli Open di Golf.

Allevi però non ci sta.“Così come il Comune non aveva avuto niente a che fare con l’arrivo di Ligabue al Parco – ha spiegato il sindaco -, anche adesso c’entra poco o niente con il trasferimento degli I Days sull’ex area Expo. Scanagatti si arriva meriti non suoi, ma di regione Lombardia e noi non abbiamo potuto intervenire in alcun modo nella trattativa fra Sias e gli organizzatori della manifestazione”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi