19 Giugno 2021 Segnala una notizia
Calcio, Serie D: il Seregno trova un pareggio in extremis a Casale Monferrato

Calcio, Serie D: il Seregno trova un pareggio in extremis a Casale Monferrato

11 Dicembre 2017

Nel finale di gara il Seregno ottiene un pareggio ampiamente meritato per quanto dimostrato nei 90’ di gioco: dopo lo svantaggio gli azzurri si riversano nella metà campo piemontese e costruiscono almeno tre occasioni da rete, raggiungendo il pareggio con Capelli a pochi minuti dalla fine. La striscia di risultati utili si allunga così a 6 partite consecutive.

Mister Matteo Andreoletti conferma il 4-3-1-2 delle ultime uscite: in difesa, davanti a Bardaro, la linea è composta da Ronchi, Gritti, Ondei ed Acquistapace; a centrocampo debutta l’ex Olginatese  Esposito in un reparto completato da capitan Rossi e Iori. In avanti confermato il trio Artaria – Grandi –  Calmi. I padroni di casa, reduci da un pareggio sul campo del Pavia, rispondono con un 3-5-2 nel quale debutta Cardini, tornato a Casale dopo un avvio di stagione a Savona. In avvio i nerostellati provano a rendersi pericolosi con un tiro dalla distanza di Buglio, ma Bardaro è attento. La risposta degli azzurri arriva con due affondi di Esposito e Calmi: quest’ultimo costa un cartellino giallo a Buglio, reo di un fallo a centrocampo per fermare la ripartenza seregnese. Al 19’ piccolo malinteso tra Ondei e Rossi, Cappai si invola verso la porta ma conclude debolmente dal limite dell’area verso Bardaro. Quattro minuti dopo Cintoi inzucca di testa un calcio d’angolo, ma la palla supera abbondantemente la traversa.  Al 28’ bella opportunità per gli azzurri: Rossi trova Grandi con uno schema su calcio di punizione, ma sull’assist potente a mezza altezza del numero 14 seregnese nessuno riesce ad intervenire. La partita si sblocca al 35’: Cardini da posizione centrale scarica verso M’Hamsi, il terzino casalese ipnotizza il diretto avversario sulla corsia mancina e lascia partire un sinistro potente che si insacca sul primo paloLa risposta azzurra è rabbiosa. Dopo neppure 60’’ Calmi viene affossato in area a due passi da Consol: la sfera arriva a Grandi che calcia ma vede il suo tiro murato dalla difesa di casa. Il direttore di gara lascia proseguire tra le proteste degli azzurri che chiedevano la massima punizione. Sul successivo tiro d’angolo Rossi stoppa il pallone in piena area ma non riesce a calciare verso lo specchio. Il tempo si chiude con il quarto corner per il Seregno, ma due giocatori azzurri quasi si ostacolano per arrivare sul pallone.

La ripresa riparte con il Seregno che attacca a pieno organico: con due corner conquistati in meno di 1’ gli azzurri provano ad assediare la porta nerostellata. In campo cresce il nervosismo: un brutto intervento di Cardini ai danni di Gritti vale il cartellino giallo per l’attaccante di casa. Rossi  e compagni collezionano calci d’angolo, mettendo in mostra tutto il repertorio di schemi su calcio piazzato: al 53’ da Rossi a Iori che si gira nello stretto e crossa al centro, la difesa di casa libera non senza affanno. Continua a crescere l’agonismo in campo: ennesimo sgambetto di Todisco a Calmi e calcio di punizione che Gritti spedisce in area, Cintoi riesce ad allontanare. Il Casale torna ad affacciarsi dalle parti di Bardaro al 61’ con M’Hamsi che prova ancora a puntare Ronchi: il terzino è attento e disinnesca la minaccia in collaborazione con Bardaro. Andreoletti  mischia le carte: dentro Capelli e Quaggio per Rossi e Calmi, con gli azzurri che si dispongono con il 4-3-3. Capelli si segnala subito per una bella incursione sulla destra, ma il suo cross rasoterra viene allontanato da M’Hamsi. Sul campo entrano anche Romeo per Grandi e Pavesi per Cardini. Al 71’ altro spunto di Capelli: traversone che Mazzucco tocca con un braccio, il sig. Costanza lascia proseguire tra le proteste degli azzurri. Il Seregno continua a premere con generosità: il Casale prova a pungere con le ripartenze, ma Gritti è bravissimo nel  contenere Cappai.  Al 79’ – dopo un cross di Ronchi sul quale si avventano Quaggio e Artaria – la sfera arriva a Iori: il numero 30 lascia partite un bolide violentissimo che trova la prodezza di Consol, bravo ad alzare sopra la traversa. Ci prova anche Quaggio – colpo di testa a lato su invito di Iori  – e per gli ultimi 5’ Andreoletti tenta il tutto per tutto inserendo  Mara nel ruolo di attaccante centrale.
Il finale è da thrilling: al minuto 89’ si fa male Todisco, con il Casale che non riesce ad effettuare il cambio prima della rimessa di Ronchi in attacco. Mentre tutti si aspettano l’assist in area il terzino serve un liberissimo Gritti: pennellata di destro che trova la testa di Mara per l’inserimento di Capelli che da due passi fulmina Consol per un meritatissimo pareggio. Nei 6’ di recupero qualche brivido per un’incursione di Alvitrez da una parte e Artaria dall’altra, ma ancora una volta è perfetta la chiusura della difesa azzurra.

CASALE – SEREGNO 1-1

CASALE  (3-5-2) – Consol; Tambussi, Todisco (dal 90’ Simone), Cintoi; Villanova, Fassone (dal 72’ Garavelli), Buglio, Mazzucco, M’Hamsi; Cardini (dal 67’Pavesi), Cappai  (dal 83’ Alvitrez) (Baldi, Battista, Dansu, Birolo, Draghetti). All. Melchiori.

SEREGNO   (4-3-1-2) – Bardaro, Ronchi, Gritti, Ondei, Acquistapace (dal 70’ Pribetti); Esposito, Rossi (dal 61’ Capelli), Iori (dal 85’ Mara); Artaria; Calmi (dal 61’ Quaggio), Grandi (dal 66’ Romeo) (Caruso, Buccini, Caon, Castella). All. Andreoletti.

Arbitro: Sig. Costanza di Agrigento (Lambiase – Gargano)

Note: giornata nuvolosa e fredda.

Marcatori: 35’ M’Hamsi (C), 89’ Capelli (S).

Ammoniti: Ronchi (S), Buglio (C) , Cardini (C)

Recupero:  2’ + 6’

Fonte: Seregno Calcio

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi