17 agosto 2018 Segnala una notizia
Atletica, runner brianzolo squalificato perché corre con il passeggino!

Atletica, runner brianzolo squalificato perché corre con il passeggino!

7 dicembre 2017

Non l’ha impietosita nemmeno il viso dolce di una bimba di 3 anni. E, così, si è rivelata inflessibile, come il più rigido dei censori, la giudice che ha squalificato Luca Mattavelli, il giovane papà brianzolo impegnato domenica 3 dicembre nella Mezza Maratona di Cagliari. La sua unica colpa è stata quella di correre spingendo uno stroller, il passeggino da running, con a bordo sua figlia Aurora.

Dopo aver tagliato il traguardo della gara, giunta alla decima edizione, Luca, 39enne residente ad Usmate e tesserato per i Runners Desio, si è visto sventolare davanti agli occhi un cartellino rosso. Nemmeno fosse un calciatore. Il regolamento della Fidal (Federazione italiana di atletica leggera), infatti, vieta tutti i comportamenti che possono creare problemi di sicurezza durante lo svolgimento di una competizione agonistica. Ed evidentemente, per la giudice del Comitato regionale della Sardegna, tra le situazioni di pericolo, c’è anche correre spingendo un passeggino. Tanto semplice quanto paradossale. Un eccesso di zelo, nella migliore delle ipotesi, un piccolo, grande abuso di potere nella peggiore.

runner-stroller2-mb (Copia)

“Ero in vacanza in Sardegna con la mia compagna Tania e nostra figlia e, insieme a loro, ho deciso di partecipare alla Mezza di Cagliari – racconta Mattavelli – l’ho fatto senza alcuna ambizione sportiva (ha terminato i 21,097 km in 1:36:41, Ndr), ma solo con l’obiettivo di divertirci e fare gruppo. A mia figlia, che compirà 3 anni il prossimo 20 dicembre, piace essere spinta in passeggino mentre corro – continua – non vedo davvero il problema, siamo partiti in fondo e, anche se nel corso della gara abbiamo superato un po’ di persone, non abbiamo dato fastidio a nessuno”. Eppure all’arrivo per lui, che di gare senza stroller ne ha fatte tante ed ha un primato di 1 ora e 22 in Mezza e 2 ore e 56 minuti in Maratona, questa volta è arrivata la brutta sorpresa della squalifica.

“Non so se riceverò una comunicazione con le motivazioni ufficiali – spiega il papà brianzolo – mi limito a dire che non mi sembra il modo corretto di promuovere lo sport ed incentivare l’attività fisica. Tra l’altro un po’ ovunque in Europa e nel mondo è consentito correre con il passeggino, esistono addirittura record omologati per questo tipo di corsa – continua – io stesso non ho avuto problemi a disputare in questo modo la Mezza Maratona del Parco Nord l’anno scorso ed una serie di 10 km, anche non competitive, come la Strabareggia quest’anno”.

Gianni-mauri---fidal-lombardia---presidente---mb

Dopo aver corso in Sardegna, Luca, che compare ancora tra gli arrivati nei risultati ufficiosi della CRAI CagliariRespira Mezza Maratona Cagliari (vedi qui), tornato a casa in Brianza, ha poi esternato su Facebook tutta la sua amarezza per la decisione della giudice sarda. “Pessima la FIDAL, che appena dopo aver tagliato il traguardo mi ha squalificato mostrandomi il CARTELLINO ROSSO, perchè ho avuto la ‘colpa’ di correre spingendo la mia cucciolina – queste le parole del papà brianzolo – non ho parole, questo è il modo in cui la Federazione Italiana di Atletica Leggera promuove lo sport nel nostro paese. E’ ora di cambiare qualcosa e di ‘svecchiare’ dei regolamenti a dir poco assurdi, ghettizzanti ed offensivi…”. Ad essere precisi, il regolamento della Fidal, sia cartaceo che on-line, non vieta esplicitamente l’uso dei passeggini da running. Ma, evidentemente, in Sardegna le regole sono applicate in maniera fin troppo ortodossa.

Dalle nostre parti, invece, notizie di papà squalificati perché corrono spingendo uno stroller non se ne hanno. “Non condivido assolutamente la decisione dei giudici sardi – afferma Gianni Mauri, presidente di Fidal Lombardia – lo sport, quindi anche l’atletica, deve avere anche un valore sociale ed umano, che va al di là del risultato competitivo. Per giunta correre spingendo un passeggino non dà alcun vantaggio, semmai è una fatica in più – continua – i giudici dovrebbero pensare ad altro, a chi imbroglia, a chi taglia il percorso, a chi corre senza la maglietta sociale o con le cuffiette nelle orecchie”. Se la Storia si fa con i piccoli passi, quelli corsi spingendo un passeggino potranno, forse, contribuire a portarci verso un futuro sportivo più tollerante.

* Contrariamente a quanto comunicato nell’aggiornamento di due giorni fa, sul sito del Comitato Regionale di Fidal Sardegna è stata pubblicata la classifica ufficiale della CRAI CagliariRespira Mezza Maratona Cagliari e Luca Mattavelli appare tra gli squalificati dei Senior Uomini SM 35 Risultati Mezza Cagliari. Vedremo se questa decisione avrà ulteriori sviluppi nei prossimi giorni.

Aggiornato al 10 Dicembre alle 14

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Aggredisce la moglie e le strappa il figlio neonato: paura in via Marsala

Nonostante l'arrivo della Polizia, l'uomo non voleva saperne di lasciare il bambino: solo dopo diversi tentativi si è arreso, liberandolo. Denunciato per maltrattamenti in famiglia

Pedemontana, migliaia di solleciti in arrivo per il mancato pagamento del pedaggio

L'associazione Hq Monza segnala le incongruenze di un sistema interamente on line che non facilita il saldo da parte dei pendolari

Seregno. Il sindaco Rossi abbellisce le scuole e dà lavoro a due imbianchini

Il progetto prevedeva l'imbiancatura delle sale comunali. Il sindaco ha deciso di partire però dalle scuole dando al Comune anche un importante ruolo sociale

Ospedali lontani e depotenziati? Le ASST di Monza e Vimercate replicano ai sindaci

Mentre i primi cittadini brianzoli segnalano disagi per i pazienti cronici e fragili, le direzioni sanitarie controbattono: "Messe in campo forze per migliorare l’assistenza ai cittadini"

Vacanze: i consigli delle Forze dell’ordine contro i malintenzionati

Ecco alcuni consigli per chi ha deciso di andare in vacanza. Non esiste una ricetta sicura al 100%, ma almeno si può rendere la vita più difficile ai ladri.