20 Settembre 2020 Segnala una notizia
Psicologi in famiglia, al San Gerardo il Centro dell'associazione Panda onlus

Psicologi in famiglia, al San Gerardo il Centro dell’associazione Panda onlus

21 Novembre 2017

Coniugare salute e sociale per permettere, anche a chi non ha i soldi per farlo, di avere un buono stato psico-fisico. E accedere, quindi, a visite, esami e cure specialistiche da parte di professionisti qualificati. E’ questa la vocazione di Progetto Panda onlus, l’associazione che offre, a prezzi accessibili, prestazioni a sostegno di famiglie, madri con bambini piccoli e donne in gravidanza in situazione di svantaggio psichico, fisico, economico e/o sociale. Un obiettivo ambizioso, ma ormai con 11 anni di storia alle spalle.

Risale, infatti, al 2006 l’anno di nascita, a Milano, di Progetto Panda onlus. Da allora di strada ne è stata fatta molta e le diverse forme di assistenza, messe in campo dall’associazione, si sono concretizzate in quattro servizi. Il più datato è legato ai Centri di ascolto, che aiutano le mamme e i bambini affetti da gravissime patologie ad affrontare il trauma di un’esperienza di dolore e sofferenza. L’associazione fornisce gratuitamente un supporto psicologico all’interno di importanti ospedali della Lombardia come il Buzzi (reparto di Neurologia Pediatrica) e il San Raffaele di Milano e il San Gerardo di Monza, dove Panda onlus opera nell’ambulatorio di Malattie metaboliche. Un altro servizio riguarda il mutismo selettivo, una patologia rara e invalidante, che colpisce soprattutto i bambini, affetti da stati d’ansia e di malessere psicologico. C’è, poi, il progetto visita sospesa che, sul modello della tradizione napoletana di regalare un caffè ad uno sconosciuto, permette di donare alle persone meno abbienti, segnalate da enti pubblici e privati partner dell’iniziativa, visite, cure mediche specialistiche, esami diagnostici e percorsi di riabilitazione motoria e supporto psicoterapeutico.

panda-onlus-mb (Copia)

In ordine di tempo, l’ultimo servizio di Panda onlus ha base proprio sul territorio di Monza e della Brianza. In particolare presso l’Ospedale San Gerardo. Dove c’è un centro che è la casa degli “Psicologi in famiglia”, un gruppo di professionisti in grado di offrire prestazioni psicologiche di alta qualità a prezzi accessibili. Con l’obiettivo di integrare e non sostituire le altre competenze in materia presenti sul territorio. Le varie specializzazioni permettono di coprire diversi ambiti, dall’infanzia all’età evolutiva, dagli anziani ai diversamente abili. A coordinare il centro di Monza, che ha l’obiettivo di rendere la cura del disagio psicologico, nelle sue molteplici forme, un diritto fondamentale di tutti e non un servizio riservato ad un’èlite, è la dottoressa Serena Bernini (nella foto in basso). Che ad MBNews spiega come è nato ed è strutturato “Psicologi in famiglia”.

Dottoressa, da quanto tempo esiste “Psicologi in famiglia” a Monza e come si è arrivati alla sua creazione?

Psicologi in Famiglia diventa operativo sul territorio di Monza a gennaio 2017, sulla base dell’esperienza e del successo sul territorio milanese del progetto Medici in Famiglia, ma soprattutto come evoluzione e sviluppo di uno sportello di ascolto mamme, già presente da anni presso l’ospedale San Gerardo di Monza.

Come è strutturato oggi il servizio? serena-bernini-panda-onlus-mb (Copia)

Il servizio e’ aperto al pubblico, su appuntamento e, a fronte di un primo colloquio orientativo e di accoglienza del bisogno con la coordinatrice del progetto, il paziente viene orientato allo specialista più idoneo per una presa in carico terapeutica. Gli specialisti attualmente coinvolti sono 7, tutti psicologi e psicoterapeuti con una formazione specialistica differente che copre tutte le aree della psicopatologia e tutte le fasce di età: bambini, adolescenti, adulti, individui, coppie, famiglie. Fanno inoltre parte  dell’equipe un educatore ed una psichiatra, esterni al servizio ma affiliati al progetto.

Quanti sono i pazienti in cura nel vostro Centro di Monza?

I pazienti attualmente in carico presso Psicologi in famiglia sono una cinquantina di cui 7-8 in visita sospesa.

Le prestazioni psicologiche che normalmente offrite a prezzi accessibili, possono essere anche gratuite?

Le prestazioni vengono offerte sempre a tariffe accessibili. Abbiamo delle convenzioni con Enti pubblici e privati sul territorio, nostri invianti. Esclusivamente su richiesta specifica e certificata dello stesso Servizio inviante, possiamo accogliere il paziente in “visita sospesa” ovvero in gratuità.

Nel prossimo futuro, oltre al progetto sociale Psicologi in famiglia, come associazione Panda Onlus avete novità in programma sul territorio di Monza?

Nel prossimo futuro puntiamo a potenziare le attività già in essere presso l’ospedale San Gerardo, dove abbiamo già attivo uno sportello di ascolto nel reparto malattie metaboliche rare. Sulla base dei bisogni dell’ospedale stesso, speriamo di poter allargare il nostro intervento anche ad altri reparti. A lungo termine non nascondiamo l’ambizione di ampliare il nostro servizio anche all’area medica, sul modello di Medici in famiglia, già operativo sul territorio di Milano.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Incidente mortale in Valassina, arrestato il pirata della strada

L'autore del sinistro, invece che prestare soccorso, è scappato a piedi. Mentre era diretto verso la propria casa gli uomini della caserma di Muggiò lo hanno individuato e arrestato.   

Arcore: tre giorni di festa in Villa Borromeo d’Adda

Moltissime le attività e le iniziative in programma da sabato 19 a lunedì 21 settembre, il tutto in massima sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti.

Monza capitale del buon vino: al via Monza Wine Experience

Fino a domenica protagonista in città la manifestazione che ha come protagonista il vino.

Il Comitato Maria Letizia Verga accende la Villa Reale di Monza

Il 21 settembre prende il via la campagna nazionale “Accendi d’oro, accendi la speranza” per sensibilizzare sull’oncoematologia pediatrica.

Coronavirus, i dati del 20 settembre in Lombardia/riepilogo. 211 i casi positivi

Si conferma il trend positivo dei guariti/dimessi (+134). Elevato il numero di tamponi effettuati (14.926). Sono 211 i casi positivi per una percentuale pari all'1,41%. Nessun contagio a Cremona.