18 Settembre 2020 Segnala una notizia
Monza, nell'atrio della Prefettura una mini mostra dedicata a Nino Oxilia

Monza, nell’atrio della Prefettura una mini mostra dedicata a Nino Oxilia

10 Novembre 2017

Nell’intento didattico di ricordare i sogni, le opere e il sacrificio di tanti giovani che furono chiamati a difendere la Nazione e i propri cari, nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale la Prefettura di Monza e della Brianza espone nel proprio atrio d’accesso, in via Prina 17, fino al 18 novembre 2017, una minuscola raccolta di reparti e uniformi correlati alla figura di Nino Oxilia e a una sua celebre operetta, “Addio Giovinezza”.

mostra-prefettura-nino-oxilia-03Operetta goliardica di Giuseppe Pietri, su libretto di Sandro Camasio e Nino Oxilia “Addio Giovinezza” venne rappresentata al Teatro Goldoni di Livorno per la prima volta in musica nel 1915, all’inizio della Grande Guerra. La si rammenta ancor oggi perché alcuni suoi motivi venivano cantati dai nostri soldati in trincea.

“Addio Giovinezza” fu una delle canzoni più diffuse dalla prima metà del XX secolo in Italia ed ebbe vasta eco anche all’estero. Da inno goliardico degli universitari, composto del 1909 con il titolo “Il commiato” da Nino Oxilia e Giuseppe Blanc diventa inno degli Arditi (1917, anonimo-Blanc), poi inno degli squadristi (1919, Manni-Blanc) e, infine, inno trionfale del PNF (1925, Gotta-Blanc). La sua memoria più genuina, però, rimane legata al primo testo, ambientato a Torino, che racconta con struggente nostalgia la storia di una semplice sartina che si innamora dello studente preso a pensione a casa sua.

Nino Oxilia, tenente di artiglieria, cadde 100 anni or sono, il 18 novembre 1917 dopo un forte bombardamento sul monte Tomba. Di lui proponiamo l’affettuoso ricordo del suo comandante, colonnello Edoardo Fiore, il quale lo indicò per una Medaglia d’Argento al Valor Militare alla memoria.

Il colonnello Fiore, di antica e nobile famiglia piemontese, l’ultimo del suo ramo, pluridecorato, insignito della Legione d’Onore, dopo una brillante carriera nelle varie specialità d’artiglieria e una vita dedicata alla Patria, dovette lasciare l’Esercito nel 1926 per avversione al fascismo.

Tra i reperti esposti si annoverano: uniformi e buffetterie, autografi e altri ricordi del colonnello Fiore con note e rimandi su Oxilia.

mostra-prefettura-nino-oxilia-02

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Arcore: tre giorni di festa in Villa Borromeo d’Adda

Moltissime le attività e le iniziative in programma da sabato 19 a lunedì 21 settembre, il tutto in massima sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti.

“Ciàpa sü e porta a cà”: il primo gioco in scatola sulla Brianza. L’idea di due giovani concorezzesi

L'uscita del gioco è prevista per fine ottobre.

Monza, il Comune vende l’ex Fiera. Ricavi per oltre 5 mln di euro

Un ricorso al Consiglio di Stato rischiava di far saltare l’affare che vede al centro l’area ex Fiera di Monza.

Monza capitale del buon vino: al via Monza Wine Experience

Fino a domenica protagonista in città la manifestazione che ha come protagonista il vino.

Una dottoressa degli Istituti Clinici Zucchi di Monza tra i volti della campagna di Manila Grace

Parte delle vendite di ogni capo della collezione verrà devoluta alla Gruppo San Donato Foundation, a supporto dei suoi progetti di ricerca e delle iniziative di prevenzione per il cuore delle donne.