18 Giugno 2021 Segnala una notizia
Desio, dal Bilancio Partecipativo 2015 ecco arrivare il "Parco Inclusivo"

Desio, dal Bilancio Partecipativo 2015 ecco arrivare il “Parco Inclusivo”

17 Novembre 2017

Un parco per tutti. Sono questi i «contenuti» del parco inclusivo che sarà realizzato in viale Rimembranze. Lo ha deciso la Giunta, approvando nella seduta di giovedì 9 novembre il«Progetto di fattibilità tecnico – economica», cioè il progetto definitivo. «L’integrazione si fa con i fatti, mai a parole, ha commentato il sindaco Roberto Corti. E decidendo di investire risorse sul territorio.

Il nuovo parco inclusivo fa parte dei fatti». È con queste premesse cheè nato il progetto di un parco giochi in cui i bimbi con disabilità possano giocare con i loro coetanei, trascorrere il tempo libero all’aria aperta e crescere normalmente, così come dovrebbe fare ogni bambino, senza la paura di sentirsi diverso. «Ripartire dai più piccoli è fondamentale, perché attraverso loro possiamo raccontare un mondo diverso in cui il gioco è il primo passo da fare, a livello culturale, spiega Emanuela Rocco, assessore ai Lavori pubblici, Parchi, Tutela ambientale e animale.

Quando giochiamo siamo tutti uguali, ognuno con la propria diversità e grazie al gioco possiamo costruire una realtà in cui nessuno è escluso. É un luogo dove i bambini, di diverse abilità, potranno giocare insieme, conclude l’assessore Emanuela Rocco. Dove il bambino normodotato potrà spingere l’amico in carrozzina e divertirsi insieme a lui. È un progetto importante perché investe su un valore che spesso passa inosservato nella progettazione urbanistica: le relazioni umane»

Parco inclusivo desio 2I costi

Oltre 200 mila euro l’investimento complessivo previsto. L’Amministrazione Corti ha stanziato 240 mila euro suddivisi in due lotti: 190 euro per il primo lotto che prevede la realizzazione dell’intera struttura tranne alcuni dettagli che saranno introdotti nel secondo lotto (50 mila euro). I tempi. Dopo l’approvazione del progetto definitivo e l’appalto dei lavori, si ipotizza di aprire il cantiere nella primavera 2018. L’area. Il parco, progettato dall’architetto Elena Magi, sorgerà all’interno di un parco più ampio, il parco in via delle Rimembranze, di circa 15.000 mq alle spalle del Cimitero monumentale, non lontano dal centro. Il parco inclusivo occuperà un’area di circa 900 mq, che sarà quasi interamente pavimentata in cemento, antitrauma in gomma riciclata e legno, circondata da pioppi, pini e faggi e dal filare di tigli lungo via Guido Galli. Nell’area sono presenti alcuni giochi per bambini, un trenino di legno, un’altalena doppia e una a cesto che saranno integrati nel nuovo parco.

Il Bilancio partecipativo

L’idea di un parco inclusivo nasce due anni fa, con il «Bilancio Partecipativo 2015». Un progetto che non entrò nei «fantastici quattro» finanziati, ma che oggi, a distanza di due anni, diventa realtà. «La prima edizione del Bilancio partecipativo è stata un’esperienza andata ben oltre le aspettative, dice l’assessore alla Cultura, Politiche giovanili e Partecipazione Cristina Redi. Ma la cosa più bella è stata raccogliere tutti i progetti, vincitori e non, perché rappresentano la fotografia e i sogni di chi si sente parte di una comunità. Da qui nasce il nostro impegno a continuare a ”inventare” e riqualificare gli spazi aperti e condivisi della città».

Soddisfatte, infine, le «mamme inclusive» che, nel 2015, avevano lanciato l’idea: «La progettazione del parco è stato un impegno arduo che ci ha fatto a lungo riflettere sul concetto di inclusività: abbiamo provato a calarci in prima persona nei panni dei fruitori dei giochi cercando così di eliminare tutti quei “paletti” a cui nessuno fa caso, ma che di fatto ne rendono difficoltoso l’accesso e l’utilizzo da parte di chi ha abilità differenti, come ad esempio le barriere architettoniche, la pavimentazione, la sicurezza. Ne è uscito un progetto originale e innovativo che speriamo possa dare vita ad luogo dove l’inclusione possa essere davvero vissuta sul campo».

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Nicolò Calcagno
Nicolò Calcagno 27 anni, Alessandrino ma Brianzolo d’adozione. Liceo scientifico, studi umanistici. Amo la comunicazione e il giornalismo. Ho lavorato per Radio MilanInter, Radio Alex, Telelombardia, Official Made in Italy e Premium Sport. Attualmente collaboro con la redazione sportiva di Mediaset e racconto per MBNews tutto quello che succede a Desio e Lissone.


Articoli più letti di oggi