24 Giugno 2021 Segnala una notizia
Boscherona, il Comitato al Comune: "Deve garantire la nostra sicurezza"

Boscherona, il Comitato al Comune: “Deve garantire la nostra sicurezza”

27 Novembre 2017

La sicurezza dei residenti, sia in termini di criminalità che viabilità, può essere assicurata solo con un totale ‘restyling’ dell’intera zona:  una nuova, più potente e alta illuminazione,  una piantumazione e  cura del verde,  una segnaletica appropriata, parcheggi, marciapiedi, un nuovo manto stradale con dossi dissuasori e la video sorveglianza possono essere strategie utili come deterrente al perpetrarsi continuo di elementi  di degrado e disturbo“.  Sono queste alcune delle parole più significative della relazione scritta dai componenti del Comitato “Boscherona &c.” dopo gli incontri avuti negli ultimi due mesi con l’assessore comunale alla Sicurezza, Mobilità, Viabilità e Polizia locale, Federico Arena, e, due volte, con  il vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, alle Strade, al Verde e alle piccole cose, Simone Villa. (leggi l’articolo).

boscherona-degrado3-mb

Il riscontro, almeno a detta dei residenti del quartiere a nord di Monza, a due passi dalla Villa Reale, è positivo: “la  nuova amministrazione comunale, insediatasi da pochi mesi – scrivono nella relazione – ha immediatamente dimostrati un vero interesse e la volontà di trovare soluzioni appropriate…”.  Ma il numero e l’entità delle problematiche di questa ampia zona residenziale del capoluogo della Brianza, che MBNews ha denunciato più volte nei mesi scorsi (vedi qui), sembrano richiedere un’accelerazione nell’individuare provvedimenti significativi in grado di affrontare le diverse questioni in campo. Dalla permanente situazione di degrado ambientale alla mancanza di sicurezza stradale e ciclopedonale, dalla viabilità precaria alla prostituzione fino allo spaccio di droga, alla presenza abusiva di nomadi e alla gestione di alcuni terreni privati praticamente abbandonati dai proprietari. Senza dimenticare la pericolosità della rotonda all’uscita dei nuovi tunnel di viale Lombardia che, come riconosciuto anche dal numero due del sindaco, Dario Allevi, ha oggettivi problemi di eccessiva velocità e cattiva visuale.

boscherona-degrado4-mb

Tra i tanti temi affrontati nei due incontri con il vicesindaco Villa, il parco della Boscherona, un’area comunale presa d’assalto, soprattutto d’estate, da un numero eccessivo di persone in proporzione alla sua estensione e alla scarsità strutture e servizi igienici, è uno di quelli che più sta a cuore ai residenti. “Abbiamo dovuto rinunciare a godere di quest’area verde  in quanto, soprattutto nei giorni di maggiore afflusso, si riscontrano  in tutte le vie del quartiere parcheggi selvaggi a bordo strada e l’utilizzo delle aree agricole circostanti come latrine a cielo aperto e discariche,  compresa la ciclabile del canale Villoresi – scrive, nella relazione sugli incontri con i rappresentanti del Comune di Monza, il Comitato “Boscherona &c.”, che riunisce i residenti nelle vie Stradella, Monte Generoso, Monviso, Tagliamento e, appunto, Boscherona  – rientrano nel problema  le numerose liti e risse che il sovraffollamento di questo piccolo parco inevitabilmente porta con sé”.

boscherona2-mb

 

Per quanto riguarda la riqualificazione di terreni scarsamente curati dai proprietari, un argomento centrale per la rinascita del quartiere, sembra aprirsi qualche spiraglio positivo. Al secondo incontro con il vicesindaco Villa, il 9 Novembre, infatti, ha partecipato, in via ufficiosa, anche un rappresentante dell‘immobiliare Valerba, titolare di un ampio terreno all’angolo tra Viale Lombardia e via della Stradella. Un terreno che i residenti avevano più volte segnalato per l’abbandono e “i conseguenti effetti disastrosi – affermano – per la sicurezza degli abitanti, l’igiene e il decoro della strada stessa”. Ora ci sarebbe la volontà di modificare la situazione attuale, frutto anche di una diatriba tra l’immobiliare e il Comune sulla possibilità, previa bonifica, di convertire il terreno agricolo ad altra destinazione. “Il geometra Viscardi, rappresentante dei proprietari Valerba, ha riferito  l’intenzione  di riprendere un proficuo discorso di collaborazione  con la nuova amministrazione – si legge nel documento dei residenti – illustrando a grandi linee, quali nuovi progetti vorrebbero sottoporre e  informando i presenti su  ‘quanti e quali’ appezzamenti della zona, sono di loro proprietà e competenza”.

boscherona-mb

Discorso più complesso, invece, è quello legato ad un’area dismessa, confinante con la ciclabile del Canale Villoresi, di proprietà dell’Auchan, che “dopo il suo utilizzo come deposito per materiale di risulta e  area di smistamento/cantiere durante la costruzione del centro commerciale – afferma il Comitato “Boscherona &c.” – avrebbe dovuto bonificare  e  piantumare un’area verde ad uso dei cittadini, ma che, tutt’ora , dopo molti anni, è ancora in stato di abbandono”. Il confronto tra residenti del popoloso quartiere a poco più di un chilometro dalla Villa Reale è solo ai primi passi. Sul piatto della bilancia anche i numerosi suggerimenti proposti da chi, in prima persona e tutti i giorni, deve fare i conti con i problemi dell’area in cui abita. La fiducia, per il momento, sembra essere reciproca. “Il vicesindaco Villa si è riservato di analizzare,  riflettere e  discutere del quadro complessivo, con tutti gli assessorati preposti,  che dovrebbero impegnarsi per trovare  un iter di cooperazione e soluzioni, che possa soddisfare tutti i soggetti coinvolti – sostengono i membri del Comitato “Boscherona &c.” – ciò sempre  tenendo ben presente  e saldi tutti gli aspetti e gli interventi  necessariamente imprescindibili, partendo da una migliore viabilità,  sicurezza e arredo urbano di viale Lombardia, ingresso preferenziale e biglietto da visita  della  città, per ricoprire l’intero quartiere in tutte le sue piccole vie, nonché  il parchetto della Boscherona e la ciclabile che si snoda sul canale Villoresi,  tra Muggiò e Monza”.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi