21 Giugno 2021 Segnala una notizia
Assolombarda, l'Industria 4.0 per la competitività delle aziende

Assolombarda, l’Industria 4.0 per la competitività delle aziende

21 Novembre 2017

Parlare di Industria 4.0 significa guardare al futuro del mondo dell’impresa, preparandosi ad una quarta rivoluzione industriale improntata sul digitale. Tante aziende hanno già deciso di sfruttare l’occasione creata dal piano nazionale introdotto dal Ministero dello sviluppo economico guidato dal ministro Calenda.

I dati sono confortanti: grazie ad industria  4.0 il mondo aziendale italiano può  contare su un guadagno di circa 100 milioni di euro al giorno in piú rispetto a prima.

Innovazione e modernizzazione queste le parole chiave ascoltate nel corso dell’incontro di martedì 21 novembre alla sede di Confindustria Milano – Monza e Brianza organizzato dal Sole24 ore.

Industria.4.0.2

Il mondo dell’imprenditoria locale si é riunito per discutere sui vantaggi legati ad industria 4.0, un piano supportato anche dal circuito istituzionale, rappresentato per l’occasione dal sindaco di Monza, Dario Allevi e dal vice presidente  di Regione Lombardia, Fabrizio Sala.

Accanto alle figure politiche anche Andrea Dell’Orto, presidente del presidio territoriale  Monza e Brianza, è intervenuto  nel corso della mattinata invitando gli imprenditori presenti a sfruttare a pieno il piano nazionale di Industria 4.0, cercando di non limitarsi  a singoli interventi isolati.

“La vera ricchezza della nostra regione – ha poi spiegato Sala – sono i nostri imprenditori. Più  ancora delle bellezze del nostro paesaggio e delle nostre risorse naturali, sono gli imprenditori a fare la differenza in Lombardia”.

Un pensiero  che conferma i numeri relativi all’universo aziendale brianzolo. Parliamo di 73mila unità  locali d’impresa,  di cui il 30% lavora nel manifatturiero con un export che si aggira intorno al +32% nei primi sette mesi del 2017. Nonostante gli indicatori positivi riguardanti  il territorio brianzolo, Carlo Ferro, Vice presidente Assolombarda Confindustria Milano – Monza e Brianza, invita alla calma, spiegando come in realtà  ci sia ancora un discreto margine di miglioramento e un gap non indifferente da colmare con le regioni più tecnologicamente avanzate in Europa quando si parla di industria 4.0.

Il piano  Calenda si pone come principale obiettivo quello di riportare alla competitività le aziende italiane, e di farlo nel minor tempo possibile. Se per la seconda rivoluzione industriale di fine 800 sono occorsi 25 anni per arrivare al cambiamento radicale apportato dalle teorie di Ford e Taylor, anche in questa circostanza é necessario pazientare per poter godere dei vantaggi di Industria 4.0, certi che il mutamento è  ormai alle  porte…

Industria.4.0.3

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Luca Giovannoni
Luca Giovannoni, ho 25 anni e sono nato e cresciuto a Monza. Mi sono laureato presso la facoltà di Linguaggi dei Media dell’Università Cattolica di Milano, e scrivere è stata da sempre una delle mie più grandi passioni. Su MBNews cerco di raccontare la cronaca cittadina e gli eventi culturali legati al territorio brianzolo con la curiosità tipica del ragazzo di provincia che prova ad affacciarsi al mondo dei grandi...Cerco di leggere e informarmi il più possibile e quando riesco mi concedo lunghe passeggiate nel parco della mia città. Sono uno di quelli che crede che un giorno, piaccia o non piaccia, l’informazione online soppianterà quella cartacea. Non spetta a me giudicare se questo capovolgimento di ruoli porterà a maggiori benefici o se avrà invece conseguenze negative, ma credo che ognuno di noi debba dare il proprio contributo!


Articoli più letti di oggi