24 Settembre 2021 Segnala una notizia
Vimercate, caso licenziamenti Nokia finisce in audizione in Regione

Vimercate, caso licenziamenti Nokia finisce in audizione in Regione

26 Ottobre 2017

Sono state audite oggi in Commissione Attività produttive le rappresentanze sindacali, territoriali e aziendali di Nokia di Vimercate, a seguito della lunga e complicata procedura di licenziamenti messa in atto dall’azienda che dal 2016, dopo l’acquisizione di Alcatel, ha avviato una pesante ristrutturazione.

La Commissione Attività produttive, presieduta da Pietro Foroni (Lega Nord), si è occupata in audizione della vertenza Nokia a Vimercate.

Oltre ai rappresentanti dei lavoratori, erano presenti il sindaco della città brianzola, Francesco Sartini, il consigliere provinciale Pietro Virtuani, e, per l’azienda, Patrizia Radice, direttore HR, Domenico Lolli, responsabile Relazioni Industriali Nokia Italia, e Angelo Perucconi, consulente esterno.

“L’attenzione di Regione Lombardia verso i lavoratori è sempre altissima e lo dimostrano il progetto di legge sulle clausole sociali negli appalti, in fase di approvazione, le misure a sostegno della cassa integrazione straordinaria, della competitività o degli accordi e contratti di solidarietà – spiega il vice Presidente del Consiglio, Fabrizio Cecchetti, che sul caso Nokia ha presentato anche una interrogazione in Aula – Al momento è lo Stato che dovrebbe intervenire per contenere le logiche di riorganizzazione delle multinazionali: mi auguro che questo tema venga messo al centro delle future trattative con Roma in relazione alle nuove forme di autonomia”.
Incontro-Nokia-in-regione-05

“Purtroppo si ripropone ancora una volta il nodo delle politiche di riorganizzazione delle multinazionali – spiega il Consigliere del PD, Enrico Brambilla, già sindaco di Vimercate – Anche se il numero degli esuberi sembra essersi ridotto, è necessario un impegno istituzionale per sostenere i lavoratori più difficilmente inseribili nei piani di ricollocamento. In generale la Commissione dovrà riprendere con urgenza il tema dello sviluppo del comparto hi-tech della Brianza Est, discorso rimasto in sospeso”.

“Come Movimento 5 Stelle  – spiega il Consigliere Stefano Buffagni – chiediamo che venga riattivato immediatamente il tavolo sull’ICT nel Vimercatese che era stato avviato con l’assessore Melazzini ma che poi non ha avuto più seguito. Per attrarre le multinazionali sono stati spesi un sacco di soldi pubblici e non vogliamo assolutamente che vadano dissolti in niente”.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi